Liga 2016/2017 – Il punto sulla diciassettesima giornata – 10 gen

Scritto da  Gen 10, 2017

Dopo la sosta natalizia riprende anche la Liga Spagnola, con il Real Madrid che, in attesa di recuperare la partita contro il Valencia saltata per la partecipazione al Mondiale per Club, allunga sul Siviglia e sul Barcellona, distanti rispettivamente 4 e 5 punti dalla vetta della classifica. Bene anche l’Atletico Madrid, che vince una partita non semplice in casa dell’Eibar, mentre rimane sostanzialmente invariata la situazione nelle parti basse della classifica, con quattro squadre raggruppate in appena cinque punti.

Ma andiamo con ordine e vediamo cosa è successo nl dettaglio nel week end appena concluso. La giornata si è aperta nel giorno dell’Epifania, quando Espanyol e Deportivo la Coruna si sono divise la posta in palio pareggiando per 1-1. Un pareggio giusto, dato che nell’arco dei 90 minuti le due squadre si sono sostanzialmente equivalse. Succede tutto nel secondo tempo. Quando al vantaggio ospite di Celso Borges, ha risposto per i padroni di casa Gerard Moreno.

La giornata di sabato si è invece aperta con il netto successo del Real Madrid contro il pericolante Granada per 5-0. Tutto facile per le Merengues, andati a segno con Ronaldo, Casemiro, Benzema e Isco, autore di una doppietta. Vittoria netta anche per il Siviglia contro la Real Sociedad per 4-0, maturata grazie alla rete di Sarabia e alla tripletta di Ben Yedder. La squadra di Sampaoli grazie a questo risultato mantiene invariata la distanza che la separa dal Real Madrid e, soprattutto, supera il Barcellona al secondo posto. Torna a vincere anche il Las Palmas, reduce da un periodo non proprio positivo, battendo per 1-0 lo Sporting Gijon grazie alla rete realizzata al 55’ da El Zhar. Ha chiuso infine la giornata l’Atletico Madrid vittorioso sul campo dell’Eibar per 2-0. Buona prova dei ragazzi di Simeone che, grazie ai gol messi a segno da Saul e Griezmann, risalgono la classifica piazzandosi così al quarto posto.

Non va invece oltre il pareggio per 0-0 l’Athletic Bilbao contro l’Alaves, nella prima partita andata in scena domenica. I Baschi così non approfittano dello stop della Real Sociedad, e rimangono, per ora, fuori dalla zona Europa. Dopo due sconfitte consecutive tra campionato e coppa, torna invece alla vittoria il Betis Siviglia, che batte per 2-0 il Leganes. Partita sostanzialmente dominata dai padroni di casa, e decisa dalle reti messe a segno da Ruben Castro e Piccini. Buona vittoria anche per il Celta Vigo, che batte per 3-1 il Malaga. Tutto semplice per i padroni di casa, che si portano subito sul 3-0 con Iago Aspas, Wass e Fontas. Inutile, per gli ospiti, l’autorete messa a segno sempre da Wass all’86’. La gara serale della domenica era sicuramente la più attesa di giornata, dato che vedeva opposte Villareal e Barcellona, terminata 1-1. La partita è stata sostanzialmente fatta dai Blaugrana, ma una rapida ripartenza del Sottomarino Giallo ha permesso a Nicola Sansone di portare in vantaggio i padroni di casa. La banda di Luis Enrique ha continuato ad attaccare, ma con scarsi risultati. Ci ha dovuto allora pensare Lionel Messi, che con una magia al 90’, ha regalato un punto alla squadra catalana.

Infine la giornata si è conclusa, come al solito, con il posticipo del lunedì, in cui si sono affrontate Osasuna e Valencia, che si sono divise la posta pareggiando per 3-3.  L’ex squadra di Prandelli, dimessosi nella sosta natalizia con varie polemiche, è passata subito in vantaggio grazie ad El Haddadi, ma si è fatta riprendere 5 minuti dopo dal gol di Riera. Quest’ultimo si renderà protagonista anche al 45’, realizzando l’autogol che consente agli ospiti di chiudere il primo tempo in vantaggio. Roberto Torres, al 62’, ristabilisce nuovamente la parità, ma il Valencia continua a premere, e trova di nuovo il vantaggio grazie a Montoya. La partita si poteva chiudere definitivamente all’87’, quando viene fischiato un rigore in favore degli ospiti. Dani Parejo però si fa ipnotizzare da Mario Fernandez e, per la regola non scritta del calcio “gol sbagliato gol subito”, ecco che al 93’ l’Osasuna trova il gol con Clerc, che fissa il risultato finale sul 3-3.

 

A questo punto la classifica dice che il Real, nonostante abbia una gara in meno, rimane saldamente al comando con 40 punti, seguito da Siviglia a 36 e Barcellona a 35. Atletico Madrid (31), Villareal (30) e Real Sociedad (29) occupano invece le ultime posizioni valide per le coppe europee. Come detto prima, rimane invece invariata la situazione in fondo alla classifica, con le ultime tre posizioni occupate da Sporting Gijon (12), Granada (9) e Osasuna (8). Non dorme sonni tranquilli nemmeno il Valencia, anche se deve recuperare la partita contro il Real Madrid, quartultimo a quota 13 punti.

Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"