Liga 2016/2017: Il punto sulla diciottesima giornata – 17 gen

Scritto da  Gen 17, 2017

Dopo 40 partite termina la striscia di risultati utili consecutivi del Real Madrid che, domenica sera, è stato battuto allo stadio Sanchez Pizjuan dal Siviglia di Luis Sampaoli, che riduce così lo scarto dai primi in classifica ad appena un punto, anche se le Merengues devono ancora recuperare la partita con il Valencia. Si riavvicinano anche Barcellona e Atletico Madrid, entrambe vincitrici nell’ultimo turno di campionato, mentre subisce una battuta d’arresto il Villareal, che non va oltre il pareggio contro il Deportivo la Coruna.

Vediamo però nel dettaglio cosa è successo nell’ultimo week end. La giornata si è aperta come di consueto con l’anticipo del venerdì, che ha visto impegnate Leganes ed Athletic Bilbao. I baschi, reduci da un periodo di forma tutt’altro che soddisfacente, confermano questa tendenza e non riescono ad andare oltre lo 0-0 in casa della neo-promossa Leganes. Non solo, sono proprio i padroni di casa a fare la partita e a creare diversi pericoli, con gli ospiti che si limitano ad uno sterile possesso palla e, a causa di questo pareggio, si allontanano dalla zona Europa, ora distante 3 punti.

La giornata di sabato si è invece aperta con il rotondo successo del Barcellona sul Las Palmas per 5-0. Come dice il punteggio, la partita è stata decisamente a senso unico, con gli ospiti che non sono mai riusciti a creare pericoli dalle parti di Ter Stegen. Per i Catalani sono andati a segno Messi, Arda Turan, Aleix Vidal e Luis Suarez, autore di una doppietta. Vince, pur soffrendo più del previsto, anche l’Atletico Madrid, che ha avuto la meglio del Betis Siviglia per 1-0. Gli uomini di Simeone mettono subito la partita sui binari giusti, passando in vantaggio all’ottavo minuto con Gaitan, ma dopo essere passati in vantaggio lasciano quasi del tutto l’iniziativa in mano al Betis che però non riesce a trovare il modo di superare la rocciosa difesa dei Colchoneros. Il posticipo ha visto invece protagoniste Deportivo la Coruna e Villareal che, come dicevamo nell’introduzione, si sono divise la posta pareggiando 0-0. Brutta prestazione del “Sottomarino Giallo”, che non mette in scena il solito gioco offensivo e spettacolare, anzi, lascia l’iniziativa nelle mani dei padroni di casa, che conquistano così un punto importantissimo in chiave salvezza.

Torna finalmente alla vittoria il Valencia che, dopo le numerosissime vicissitudini dovute anche alle dimissioni di Cesare Prandelli, guidati dall’allenatore in seconda Voro riescono a battere l’Espanyol 2-1. La partita è stata sostanzialmente dominata dai padroni di casa, che passano subito in vantaggio con Montoya e chiudono al 73’ la partita grazie a Santi Mina. Inutile la rete degli ospiti messa a segno da David Lopez. Torna alla vittoria anche l’Eibar, che supera in trasferta il pericolante Sporting Gijon per 3-2. Succede praticamente tutto nel primo tempo, con gli ospiti che passano in vantaggio grazie al rigore segnato da Adrian, ma vengono raggiunti 5 minuti dopo dal gol realizzato da Carmona. L’Eibar però continua a spingere e, nel giro di 2 minuti, tra il 21’ e il 23’, va a segno con Manuel Luna e Pedro Leon, tagliando così le gambe ai padroni di casa, che riusciranno solo ad accorciare le distanze nel secondo tempo grazie a Nacho Cases.  Buona vittoria anche per il Celta Vigo, che supera 1-0 l’Alaves. Partita non semplice per i padroni di casa che, nonostante dominino in lungo e in largo l’incontro, riusciranno a trovare il gol partita solo all’89’ con Radoja. Termina invece con un pareggio per 1-1 lo scontro salvezza tra Granada e Osasuna. Un risultato che non aiuta nessuna delle due squadre, che rimangono ferme negli ultimi due posti della classifica. Gli ospiti passano in vantaggio con Riera, ma vengono poi raggiunti nel secondo tempo dalla rete di Kravets.

Arriviamo così al big-match di giornata, che ha visto il Siviglia battere 2-1 il Real Madrid in una partita bellissima, con tantissime occasioni sia da una parte che dall’altra. Il risultato si sblocca però solo nel secondo tempo grazie a Cristiano Ronaldo, che al 67’ regala il vantaggio alle Merengues su rigore. Il Siviglia però in molla e, all’85’, riesce a trovare al pareggio grazie all’autogol messo a segno da Sergio Ramos, che si conferma uomo-gol nei finali di partita, ma questa volta nella porta sbagliata. Il match a questo punto sembra finito, ma al 92’ il Real perde palla a centrocampo e, il neo-acquisto dei padroni di casa Stevan Jovetic, supera Keilor Navas con un preciso destro da fuori area, regalando così i tre punti alla squadra di Sampaoli, e ponendo fine alla striscia di risultati utili consecutivi dei Blancos che durava da ben 40 partite.

La giornata si è poi conclusa come di consueto con il posticipo del lunedì, quando la Real Sociedad ha battuto in trasferta il Malaga per 2-0. La partita è sempre stata nelle mani degli ospiti, che confermano il loro ottimo momento di forma portando a casa altri tre punti grazie ai gol messi a segno da Inigo Martinez e Juanmi.

 

Dopo quest’ultimo turno di campionato quindi la classifica si è decisamente accorciata. Il Real Madrid rimane primo a quota 40 (con una partita in meno rispetto alle inseguitrici), ma viene avvicinato sia dal Siviglia (39) che dal Barcellona (38). Gli altri tre posti validi per le coppe europee sono invece occupati da Atletico Madrid (34), Real Sociedad (32) e Villareal (31). Nelle zone basse della classifica invece rimane tutto sostanzialmente invariato, con Sporting Gijon (12), Granada (10) e Osasuna (9) che occupano sempre le ultime tre piazze, mentre si allontanano un po’ dalle zone calde sia Valencia (16) che Leganes (17).

Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"