Lady B: il punto sulla serie cadetta – 2 Mar

Scritto da  Mar 02, 2017

Un nuovo scoppiettante appuntamento con la Serie B, di scena per il turno infrasettimanale ed inaugurata dalla vittoria del Bari sul Brescia per 2 a 0: partenza a razzo dei padroni di casa che già all’8° la sbloccano con un goal da cineteca di Parigini, abile ad accentrarsi da sinistra ed a scagliare un siluro a togliere le ragnatele nell’angolino. Il raddoppio per i galletti giunge al 58° con Galano, che colpisce col mancino a botta sicura da dentro l’area sull’assist no-look di Parigini. Il Brescia avrebbe anche la possibilità di riaprire la gara, ma Mauri fallisce il rigore al 61°, aiutando la squadra di mister Brocchi a portare a casa la gara.

Match frizzante e da testacoda quello tra Cittadella e Trapani, con i primi chiamati a confermarsi contendenti per i playoff, mentre i siciliani devono scrollarsi di dosso le pressioni della zona retrocessione e risalire la china per salvarsi. Termina 3 a 2 in favore dei granata, ma contro ogni pronostico passano in vantaggio prima gli isolani: Coronado al 34° si fa trovare nel posto giusto al momento giusto, infilando in rete la respinta difettosa di Alfonso sul tiro-cross di Jallow. Vantaggio vanificato ad inizio ripresa da Chiaretti sul cross di Arrighini, grazie ad una staffilata nell’angolo destro della porta dal dischetto del rigore, raddoppiando addirittura all’82° con Iunco, che dal limite dell’area stoppa e tira al volo battendo Pigliacelli. La pratica sembra chiusa per i padroni di casa ma al 90° Citro pareggia su calcio di rigore, prima del goal partita di Iori per il Cittadella che vale i tre punti.

Il Verona risponde colpo su colpo alle avversarie per la promozione diretta, affondando la Ternana per 2 a 0, con i rossoverdi in fondo alla classifica ed a corto di punti da ben quattro settimane. Senza troppe sorprese passa in vantaggio la formazione di Pecchia con il solito Pazzini al 14° che si inventa un gran goal: passaggio di Zuculini, tocco di prima per saltare il difensore ed orientarsi verso la porta e destro secco angolatissimo, che si infila sul secondo palo. Al 28° gli ospiti avrebbero la possibilità di pareggiare su calcio di rigore, ma Avenatti lo sbaglia mantenendo invariato il risultato, che anzi incrementa in favore degli scaligeri, con la doppietta personale del bomber gialloblu che si concretizza al 44° con una deviazione da rapace sul colpo di testa di Bianchetti.

La Spal continua a macinare punti issandosi al secondo posto in classifica, dopo aver superato in trasferta la Salernitana per 2 a 1: la sblocca Zigoni al 31° dagli undici metri, raddoppia Floccari all’89° che appoggia in rete a porta sguarnita grazie all’assist dell’autore del primo goal. Coda segna al 94° con un tiro da distanza ravvicinata, un goal che arriva quando ormai il tempo è agli sgoccioli e non basta per pareggiare, permettendo alla Spal di continuare a sognare.

Spezia-Ascoli termina 2 a 1 per i liguri: al 3° minuto Gigliotti scivola in maniera scomposta toccando la palla con la mano, è rigore: dal dischetto va Granoche che si fa parare il penalty, facendo restare il risultato sullo 0 a 0. Al 45° Piccolo sblocca la partita con una gran conclusione di mancino su punizione, con la palla che scavalca la barriera e termina a fil di palo, seguita dal raddoppio di Djokovic al 71° con un tocco sulla linea di porta. Non molla l’Ascoli che dimezza lo svantaggio con Gigliotti al 91°, grazie ad un colpo di testa di pregevole fattura ma che non basta a salvare i bianconeri dalla seconda sconfitta consecutiva.

Pareggio ricco di reti quello fra Vicenza e Virtus Entella, finita 2 a 2 in casa dei biancorossi. Padroni di casa che mettono la freccia del sorpasso al 25° con De Luca, che dopo una conclusione deviata dalla difesa recupera palla in area, salta il portiere e deposita in porta. Nella ripresa pareggiano gli ospiti al 62° grazie ad un autogoal di Esposito, operando anche il controsorpasso al 75° con Pellizzer che impatta benissimo di testa battendo Benussi. Ma i lanerossi non ci stanno e con De Luca riportano in equilibrio la situazione all’85°, controllando un lob in area durante la corsa con la coscia destra per poi concludere al volo con il mancino.

Nelle altre gare del martedì il Latina pareggia con il Cesena per 1 a 1 (Cocco al 39°; Dellafiore al 70°), il Novara frena la cavalcata del Benevento vincendo al Piola per 1 a 0 (Troest al 54°), il Perugia ferma la fuga solitaria del Frosinone in vetta alla classifica pareggiando per 1 a 1 con i ciociari (Kragl al 15°; Nicastro al 72°), il Pisa pareggia 0 a 0 con il Carpi mentre la Pro Vercelli divide la posta in palio con l’Avellino, in una pareggio con una rete per parte (Verde all’8°; Comi al 95° su rigore).

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..