Liga 2016/2017: Il punto sulla ventottesima giornata – 21 Mar

Scritto da  Mar 21, 2017

Si è conclusa anche la ventottesima giornata della Liga Spagnola e possiamo tranquillamente dire che non è cambiato sostanzialmente nulla in classifica rispetto alla settimana scorsa. Il Real Madrid rimane in vetta, grazie alla vittoria sull’ostico campo dell’Athletic Bilbao, seguito a due punti di distanza dal Barcellona, vittorioso nel posticipo della domenica contro il Valencia. Bene anche l’Atletico Madrid che fa suo lo scontro diretto con il Siviglia, mentre subiscono una battuta d’arresto sia Real Sociedad che Villareal.

Partiamo proprio dalla squadra della Comunità Valenziana che è stata sconfitta nel classico anticipo del venerdì sera dal Las Palmas col punteggio di 1-0. Una prova sotto tono da parte del “Sottomarino Giallo”, che si è ritrovato in svantaggio dopo appena 10 minuti grazie al gol di Boateng, e che non è riuscito a raddrizzare la partita da quel momento in avanti anche a causa dell’espulsione di Victor Ruiz arrivata al 20’ del primo tempo.

Pareggiano 1-1 invece Eibar e Espanyol, le due sorprese in positivo del campionato che, inaspettatamente, si ritrovano con ancora qualche speranza di poter raggiungere la zona Europa League. Sono i padroni di casa a passare in vantaggio con Kike, ma i Catalani non mollano e riescono a trovare nel secondo tempo il gol del pareggio con Jurado. Buona vittoria invece, come detto in apertura, del Real Madrid, che superano 2-1 in trasferta l’Athletic Bilbao. Zidane alla vigilia della sfida si era detto molto preoccupato dato che il San Mamès è storicamente uno stadio ostico per i Blancos, che però sono riusciti a controllare bene la gara nell’arco dei 90 minuti. Al 25’ è stato Benzema a portare in vantaggio i suoi ma, al 65’, ci ha pensato Aduriz a riportare la sfida sul risultato di parità. Parità che però è durata solo tre minuti dato che, al 68’, Casemiro ha insaccato il pallone del definitivo 2-1 in favore dei Blancos. Tutto facile invece per il Betis Siviglia, che supera agevolmente 2-0 l’Osasuna. Succede tutto nel primo tempo, con i biancoverdi che trovano il doppio vantaggio in appena 25 minuti grazie a Navarro e Ruben Castro.

Trova invece la seconda sconfitta consecutiva la Real Sociedad che, a sorpresa, cade 1-0 sul campo dell’Alaves. La partita è stata molto bloccata per quasi tutti i 90 minuti, con i padroni di casa che sono riusciti ad imbrigliare bene i propri avversari, trovando il gol partita con Deyverson al 44’. C’è stato poco, anzi pochissimo, da registrare invece nella sfida tra Leganes e Malaga, conclusasi 0-0. Il risultato parla chiaro, la partita è stata decisamente noiosa, con pochissime occasioni sia da una parte che dall’altra. Decisamente più divertente invece il match tra Atletico Madrid e Siviglia, finito 3-1 in favore dei Colchoneros. Una prova praticamente perfetta da parte degli uomini di Simeone, che hanno avuto in mano la sfida fin da subito, portandosi in vantaggio di tre gol con Godin, Griezzmann e Koke. Inutile la rete Andalusa realizzata all’85’ da Correa.

Termina 3-1 anche la sfida salvezza tra Sporting Gijon e Granada, con la squadra asturiana che è riuscita a superare i rivali in classifica, guadagnando così il terzultimo posto, ma rimanendo comunque a cinque punti di distacco dalla zona salvezza. Sono stati gli ospiti a portarsi in vantaggio con Ingasson, ma nell’arco di appena sette minuti lo Sporting è riuscito a ribaltare completamente la partita, trovando tre gol in rapida successione con Traorè, Babin e Carmona. E’ arrivata invece una sconfitta per il Deportivo la Coruna che, dopo la sorprendente vittoria della settimana scorsa contro il Barcellona, è stato sconfitto 1-0 in casa dal Celta Vigo. Le due squadre si sono sostanzialmente equivalse nel corso della partita, ma il Celta è stato molto più cinico rispetto agli avversari, trovando il gol partita al 74’ con il solito Iago Aspas. La giornata infine si è chiusa con il posticipo tra Barcellona e Valencia, terminato 4-2 in favore dei Catalani. Il primo tempo è stato molto divertente, con continui cambi di fronte: il Valencia ha trovato subito il vantaggio con Mangala, ma i Blaugrana hanno subito ribaltato la partita grazie a Suarez e Messi. Il vantaggio degli uomini di Luis Enrique però è durato poco dato che, a primo tempo praticamente scaduto, El Haddadi ha battuto Ter Stegen riportando così la sua squadra in parità. La seconda frazione invece è stata completamente diversa, con il Barcellona che ha imposto il proprio ritmo alla gara surclassando gli avversari e trovando il gol con Andre Gomes e nuovamente con Lionel Messi.

Quindi, come già anticipato in apertura, dopo 28 giornate il Real Madrid si trova ancora in testa  con 65 punti, seguito da Barcellona (63) e Siviglia (57). Le altre tre posizioni che garantiscono un accesso alle coppe europee sono occupate invece nell’ordine da Atletico Madrid (55), Villareal (48) e Real Sociedad (48). Per quanto riguarda invece la zona retrocessione, troviamo sempre in ultima posizione l’Osasuna a quota 11, preceduto da Granada (19) e Sporting Gijon (21), con il Leganes, che occupa l’ultima posizione che garantisce la salvezza, leggermente stacccato a quota 26.

 

CLASSIFICA: Real Madrid 65; Barcellona 63; Siviglia 57; Atletico Madrid 55; Villareal 48; Real Sociedad 48; Athletic Bilbao 44; Eibar 41; Espanyol 40; Alaves 40; Celta Vigo 38; Las Palmas 35; Betis Siviglia 31; Valencia 30; Malaga 27; Deportivo la Coruna 27; Leganes 26; Sporting Gijon 21; Granada 19; Osasuna 11.

Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"