Lady B: il punto sulla serie cadetta – 4 Apr

Scritto da  Apr 04, 2017

Ben ritrovati con un nuovo appuntamento riguardante la Serie B, che vedrà disputarsi questa settimana ben tre giornate.

Nei due anticipi del venerdì l’Avellino affonda a sorpresa la Spal per 1 a 0 con la rete di Eusepi al 49°, mentre il Cesena ferma il Frosinone sull’1 a 1 con le reti di Cocco al 21° per i romagnoli e di Mokulu al 91° per i ciociari.

Nel sabato pomeriggio calcistico la prima sfida è stata quella fra Ascoli e Carpi, terminata 2 a 1 per i biancorossi: sblocca la gara Cacia al 40° con un pallonetto delicato sottoporta dopo l’invito splendido di Favilli dalla sinistra, pareggia Gagliolo dopo soli quattro minuti con una rasoiata di destro dal limite alla destra del portiere. Ascoli che regge l’urto biancorosso fino all’87° quando Sabbione porta in vantaggio gli ospiti, con un gran destro dalla distanza che beffa Lanni e condanna i bianconeri alla sconfitta.

Scontro fra formazioni dalle ambizioni opposte quello fra Brescia e Virtus Entella, con le rondinelle che lottano per non retrocedere ed i biancazzurri liguri che sono in piena corsa per un posto ai playoff. Termina 2 a 2 la sfida al Rigamonti, match aperto dalla rete di Moscati al 18° su assist di Caputo, con un bel passaggio all’indietro verso il centro area che il numero 30 sfrutta alla perfezione freddando Minelli. Il pareggio dei padroni di casa giunge nella ripresa, per l’esattezza al 53° con Ferrante che lestamente si avventa in spaccata aerea su una palla vagante in mezzo all’area; l’illusione del Brescia dura fino al 74° quando Caputo riporta avanti l’Entella, con un piattone preciso su assist filtrante di Diaw, prima del pareggio insperato delle rondinelle al 94° con l’autogoal di Iacobucci, che in uscita alta sbaglia la presa spedendo la palla nella propria porta.

Il Latina soccombe sotto i colpi di un ritrovato Cittadella al suo secondo successo consecutivo, 2 a 0 per gli ospiti il risultato finale: rete del vantaggio granata che arriva nella ripresa al 60° con Strizzolo, che impatta un ottimo pallone a centro area, con il raddoppio che sopraggiunge al 78° grazie ad un ottimo colpo di testa in volo di Chiaretti, a suggellare una buona prova per gli uomini di Venturato che si rimettono così in carreggiata per continuare a sognare la Serie A.

Il Novara si deve arrendere di fronte ad una Ternana rinata ed in forma smagliante, che vince 2 a 1 al Silvio Piola, siglando così il suo secondo successo consecutivo: vantaggio ospite al 54° con Palombi che approfitta della respinta corta di Da Costa per concludere a rete, prima del pareggio di Calderoni al 78°, che ben imbeccato da un lob sul secondo palo di Galabinov, incrocia col piatto sinistro e spedisce la palla nell’angolino in alto a destra della porta. La gara sembra ormai diretta sui binari del pareggio, quando all’84° ancora Palombi riporta in vantaggio la Ternana: Petriccione di prima lancia nello spazio la punta rossoverde, che si invola verso la porta, ed a tu per tu col portiere lo batte con un piazzato rasoterra imparabile.

Successo rotondo per il Benevento che batte per 3 a 1 lo Spezia allo stadio Picco: al 12° Piccolo porta avanti la sua squadra, convergendo verso l’esterno dell’area da destra e concludendo con un sinistro potente e velenoso che batte Gori. Al 38° Ceravolo approfitta di un’ingenuità della difesa bianconera su Ciciretti per siglare il pareggio su calcio di rigore, prima del vantaggio giallorosso che giunge all’81° con Melara, che spizza in rete un buon pallone da corner. C’è spazio anche per il tris ad opera di Ciciretti allo scadere, con un pallonetto di prima a fil di palo splendido, che prende in controtempo il portiere e regala tre punti importantissimi alla sua squadra.

 

Nelle altre partite del sabato il Perugia vince contro il Vicenza in casa per 1 a 0 (Mustacchio all’88°), la Salernitana vince a Pisa per 1 a 0 (Rosina al 72°), la Pro Vercelli vince contro il Bari per 1 a 0 (Emmanuello al 31°) ed il Verona ritorna a vincere contro il Trapani per 2 a 0 (Pazzini al 54° e Luppi al 94°).

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, aspirante giornalista, appassionato di tutte le discipline sportive, in primis calcio e basket. Tifoso del Bologna Fc, della Fortitudo e dei Boston Celtics, regista e speaker radiofonico, irriducibile sognatore..