Liga 2016/2017: Il punto sulla trentaduesima giornata – 18 Apr

Scritto da  Apr 18, 2017

Si è conclusa anche la trentaduesima giornata della Liga Spagnola 2016/2017, svoltasi durante il week end pasquale appena trascorso e che, come al solito, ci ha regalato tantissimi gol ed emozioni. Real Madrid e Barcellona soffrono forse più del previsto, ma riescono ad avere la meglio rispettivamente di Sporting Gijon e Real Sociedad, così come l’Atletico Madrid che, senza problemi, si libera dell’Osasuna e consolida il terzo posto in classifica. C’è però un cambiamento importante in graduatoria, e riguarda la lotta per l’Europa League: l’Athletic Bilbao infatti si è portato al sesto posto, che garantisce l’accesso ai preliminari di Europa League, scavalcando la Real Sociedad, sconfitta in quel di Barcellona.

Partiamo proprio dall’Athletic Bilbao che, nel classico anticipo del venerdì, ha superato il Las Palmas senza alcuna difficoltà vincendo addirittura per 5-1. Come dice chiaramente il punteggio, la partita è stata senza storia dall’inizio alla fine, con i Baschi che hanno superato facilmente la difesa isolana per ben 5 volte con Aduriz, Muniain (doppietta per loro) e Mikel San Josè.

La prima partita andata in scena sabato è stata invece quella tra Deportivo la Coruna e Malaga, terminata 2-0 in favore dei padroni di casa. Succede tutto nel secondo tempo, con la squadra di Pepe Mel che riesce a trovare la via del gol due volte, prima con Joselu, poi con Mosquera. In seguito sono poi scese in campo le prime tre della classe, Real Madrid, Barcellona e Atletico Madrid, tutte e tre vincitrici, sebbene in modi diversi. Iniziamo dai Blancos, che hanno sofferto molto più del previsto per battere il modesto Sporting Gijon 3-2. E’ stata proprio la squadra terz’ultima in classifica a portarsi in vantaggio con Cop, ma gli uo mini di Zidane hanno trovato il pareggio appena tre minuti dopo con Isco. All’inizio della ripresa però, è di nuovo il Gijon a riportarsi avanti grazie a Vesga, ma da lì in avanti abbiamo assistito ad un vero e proprio assedi madridista che alla fine, non senza rischiare qualcosa in contropiede, sono riusciti a ribaltare la sfida con Morata e nuovamente Isco. Decisamente diversa la partita dell’Atletico Madrid, che ha liquidato con un secco 3-0 l’Osasuna. Tutto facile per gli uomini di Simeone, in una gara mai in dicussione, in cui i Colchoneros sono andati a segno con Filipe Luis e due volte con Carrasco. In serata è stato poi il turno del Barcellona, che ha battuto 3-2 la Real Sociedad. La partita si è messa subito bene per gli uomini di Luis Enrique, con Messi che ha portato subito i suoi avanti di due gol in appena trenta minuti. A questo punto però sono riemerse le solite lacune difensive dei Blaugrana, che hanno regalato il gol del 2-1 agli ospiti con l’autorete di Umtiti. Poco dopo lo sbandamento difensivo però, il Barcellona ha rimesso subito le cose a posto, riportandosi in vantaggio di due reti con Paco Alcacer. Inutile ai fini del risultato la seconda rete degli ospiti con Xabi Prieto.

Nel lunch match di Pasqua abbiamo assistito invece alla vittoria dell’Espanyol che, in trasferta, ha battuto il Leganes 1-0. La partita è stata per quasi tutti i 90 minuti molto bloccata, con entrambe le squadre che hanno faticato ha trovare spazi nella difesa avversaria, ma ci ha pensato Leo Baptistao, a tempo praticamente scaduto, a regalare i tre punti ai catalani. Continua invece il periodo non proprio brillante del Siviglia, che contro il Valencia non riesce ad andare oltre ad un noioso 0-0. Ben poche le azioni degne di nota da segnalare per entrambe le squadre e, alla fine, si può dire che il pareggio a reti bianche è il risultato più giusto. Buona vittoria invece per il Betis Siviglia che supera 2-0 l’Eibar. I padroni di casa sono passati in vantaggio dopo appena due minuti con Jonas Martin, per poi chiudere definitivamente la contesa all’89’ grazie alla rete di Dani Ceballos. Dopo due sconfitte consecutive torna alla vittoria anche il Celta Vigo che, in trasferta batte il Granada 3-0. Un incontro senza storie, dominato dall’inizio alla fine dalla squadra di Vigo, che ha trovato il gol con Sanchez, Diaz e Beauvue.

Infine, come sempre, per chiudere la giornata è andato in scena il posticipo del lunedì, in cui l’Alaves ha sorprendentemente sconfitto il Villareal 2-1. I padroni di casa si sono portati in vantaggio di due gol già nel primo tempo grazie a Ibai Gomez e all’ex milanista Rodrigo Ely. Il Villareal però non ha mollato e ha provato a riaprire il match con la rete messa a segno da Bakambu, ma la difesa dell’Alaves ha retto benissimo, consentendo così ai biancazzurri di conquistare i tre punti.

Dopo 32 giornate quindi, è sempre il Real Madrid a guidare la classifica con 75 punti, seguito da Barcellona a 72 e Atletico Madrid a 65. Le ultime tre posizioni valide per la qualificazione all’Europa sono invece occupate da Siviglia (62), Villareal (54) e Athletic Bilbao (53), che in questa giornata ha superato la Real Sociedad (52). Per quanto riguarda invece la lotta per non retrocedere, non è cambiato sostanzialmente nulla, dato che tutte le squadre impegnate ad evitare una caduta in Segunda Divisiòn sono state sconfitte. Quindi troviamo sempre ultimo l’Osasuna (17), preceduto nell’ordine da Granada (20), Sporting Gijon (22) e Leganes (27), che per ora occupa l’ultimo posto per salvarsi. L’appuntamento è quindi fissato per la prossima settimana, sempre qui su 1000 Cuori Rossoblu, per vedere come si sarà evoluta la situazione in classifica e, soprattutto, per parlare di quella che è la partita più attesa in Spagna, e non solo, e che potrebbe decidere definitivamente chi vincerà il titolo: El Clasico Real Madrid-Barcellona.

 

CLASSIFICA: Real Madrid 75; Barcellona 72; Atletico Madrid 65; Siviglia 62; Villareal 54; Athletic Bilbao 53; Real Sociedad 52; Eibar 50; Espanyol 49; Celta Vigo 44; Alaves 43; Valencia 40; Las Palmas 38; Betis Siviglia 34; Malaga 33; Deportivo la Coruna 31; Leganes 27; Sporting Gijon 22; Granada 20; Osasuna 17.

Roberto Rossi

Oltre ad essere tifoso del Bologna F.C è anche un grande appassionato di musica e basket, sia italiano che estero. E' anche uno dei registi della trasmissione radiofonica "Al Ritmo del Goal"