Lady B: il punto sulla serie cadetta – 5 Set

Scritto da  Set 05, 2017

 

 

Eccoci ritornati con il consueto punto settimanale sulla Serie B, di scena con la sua seconda giornata di campionato. Inaugurano il secondo turno Brescia e Palermo fra le mura del Rigamonti, scontro finito a reti bianche fra le due formazioni nell’anticipo del sabato.

La domenica vede contrapporsi due formazioni di blasone per la categoria, Empoli e Bari che battezzano la festività settimanale con una partita degna di nota. Finisce 3 a 2 in favore dei toscani, che aprono le marcature con un uno-due micidiale di Caputo: la prima rete arriva al 9° dopo un rimpallo fortuito a tu per tu col portiere, il raddoppio giunge solo due minuti più tardi grazie ad una geniale intuizione di Donnarumma, il quale spalle alla porta si inventa un cioccolatino per Caputo, che solo davanti al portiere insacca dal centro dell’area. Prima della ripresa accorcia le distanze Tello, che si avventa in area di rigore dalla destra, finta il tiro rientrando sul destro e conclude con un mancino a giro sul secondo palo con Provedel già a terra. Nella seconda frazione di gara c’è ancora spazio per i goal, con Donnarumma che cala il tris al 54° su assist al bacio di Caputo, al quale risponde D’Elia al 67° con un goal da cineteca: pallone rimpallato dalla difesa, dal limite dell’area colpisce con un mancino ad effetto che si infila sotto l’incrocio dei pali, una rete meravigliosa che però non basta per evitare la sconfitta.

Cremonese ed Avellino si affrontano nel posticipo serale della domenica, con le tigri che si impongono sugli irpini per 3 a 1. Partita in salita per gli ospiti, che allo stadio Giovanni Zini vanno sotto 1 a 0 già al 20° per un autogoal di Rizzato, al quale riescono a rimediare grazie a Morosini due minuti più tardi. Al 32° Mokulu (ex della gara), riporta in vantaggio la Cremonese, prima del goal del definitivo 3 a 1 che viene siglato da Castrovilli nella ripresa, precisamente al 93°.

Il Frosinone ospita il Cittadella, con entrambe le formazioni alla ricerca della seconda vittoria consecutiva, per ingranare un ruolino di marcia positivo già da inizio stagione. La spuntano i ciociari che si impongono sui granata per 2 a 1: l’azione avviene tutta nel primo tempo, con Ciofani che apre le danze al 21° con un gran colpo di testa per battere Paleari, al quale segue il goal di Crivello, abile a concludere a rete dalla sinistra della porta dopo l’errore in uscita del portiere del Cittadella. A ridare speranza agli ospiti ci pensa bomber Litteri al 38°, che si avventa sulla palla vagante sulla linea di porta dopo il gran colpo di testa di Kouame.

Il Pescara di Zeman va nella tana del Perugia di Giunti, ricevendo una grossa lezione: la sfida fra due delle squadre più spettacolari di questa Serie B finisce 4 a 2 per i grifoni. Gara subito incandescente, con i padroni di casa che mettono la freccia del sorpasso già al 20° grazie a Di Carmine, che colpisce da distanza ravvicinata dopo una parata sbagliata da Pigliacelli. Il raddoppio non si fa attendere troppo ed arriva al 40° grazie a Kwang-Song Han, che si avventa come un avvoltoio sulla palla respinta dalla traversa, infilando per l’ennesima volta l’estremo difensore abruzzese. Nella ripresa accorciano i biancazzurri con un piattone sotto la traversa di Brugman, al quale mette una pezza Monaco al 60° firmando il tris per i padroni di casa, prima della seconda rete per il Pescara giunta al 62° su rigore con Benali. Nonostante la strenua resistenza degli uomini di Zeman, il Perugia affonda il colpo del k.o. al 68° grazie a Di Carmine, che tutto solo in area castiga Pigliacelli con un rasoterra all’angolino, regalando la vetta alla sua squadra fino al prossimo turno di campionato.

Nelle altre gare della domenica l’Ascoli batte di misura la Pro Vercelli per 1 a 0 (Rosseti all’11° su rigore), il Cesena pareggia con il Venezia per 0 a 0, il Foggia divide la posta in palio con l’Entella pareggiando in casa per 1 a 1 (Mazzeo all’11°; Troiano al 17° su rigore), il Novara viene sconfitto fra le mura amiche dal Parma per 1 a 0 (Barillà al 21°) ed il Carpi batte in trasferta lo Spezia per 1 a 0 (Mbakogu al 20°).

Scoppiettante finale di giornata per la serie cadetta, con il posticipo del lunedì fra Salernitana e Ternana conclusosi con un pirotecnico pareggio all’Arechi di Salerno per 3 a 3. Padroni di casa più arrembanti nei primi minuti di partita, ma sono gli ospiti che alla prima occasione utile passano in vantaggio, con un gran mancino ad effetto di Tremolada al 23°, che si infila nell’angolino basso alla destra di Radunovic. Risponde per i granata Bocalon al 25°, grazie ad un precisissimo destro al volo, prima del nuovo vantaggio rossoverde firmato Albadoro al 31° con un colpo di testa da due passi. Nella ripresa ci pensa ancora Bocalon a tenere in carreggiata i suoi, esplodendo da fermo fuori area un Frecciarossa direzione angolino alto alla sinistra di Bleve, con l’estremo difensore ospite congelato fra i pali. Non si arrendono gli uomini di Pochesci che ci credono, riuscendo a passare fortunatamente in vantaggio per la terza volta grazie ad un autogoal di Bernardini, al quale riesce a mettere una pezza Vitale al 78°, siglando il goal del definitivo pareggio dagli undici metri.

I risultati completi di giornata

Brescia-Palermo 0-0

Empoli-Bari 3-2

Ascoli-Pro Vercelli 1-0

Cesena-Venezia 0-0

Cremonese-Avellino 3-1

Foggia-Virtus Entella 1-1

Frosinone-Cittadella 2-1

Novara-Parma 0-1

Perugia-Pescara 4-2

Spezia-Carpi 0-1

Salernitana-Ternana 3-3

La classifica aggiornata

1° Perugia 6

2° Frosinone 6

3° Carpi 6

4° Parma 6

5° Palermo 5

6° Empoli 4

7° Pescara 3

8° Bari 3

9° Cremonese 3

10° Cittadella 3

11° Ascoli 3

12° Avellino 3

13° Ternana 2

14° Salernitana 2

15° Venezia 2

16° Brescia 1

17° Cesena 1

18° Foggia 1

19° Virtus Entella 1

20° Novara 0

21° Pro Vercelli 0

22° Spezia 0

Ultima modifica il Martedì, 05 Settembre 2017 18:19
Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, appassionato di calcio, basket, della lettura ed appartenente alla categoria dei "nerd", tifoso principalmente del Bologna FC 1909 ma anche dell'Arsenal.