Lady B: il punto sulla serie cadetta – 12 Set

Scritto da  Set 12, 2017

Ben ritrovati con un nuovo appuntamento dedicato alla Serie B, di scena in questo weekend con la sua terza giornata.

Nell’anticipo del venerdì sera si sono affrontate Pescara e Frosinone, sfida terminata in un pirotecnico pareggio per 3 a 3. La squadra di Zeman è chiamata ad una grande prestazione, per riscattare la figuraccia della settimana passata contro il Perugia e parte alla grandissima: già al 4° minuto Pettinari ribadisce in rete un ottimo cross di Del Sole, per bissare poi al 39° con un destro di prima all’interno dell’area. Al 46° si concretizza il tris per gli abruzzesi, con Pettinari che firma un personalissimo hat trick, ricevendo palla dentro l’area, controllandola ed infilando Bardi con un diagonale preciso da distanza ravvicinata. Sembra tutto già fatto, ma il Frosinone non ci sta: nella ripresa Ciano suona la carica per i suoi già al 56° con una superba punizione mancina dalla distanza, che fa la barba al palo e si insacca in rete. Solo cinque minuti più tardi raddoppiano i ciociari sempre grazie al numero 28, che inchioda fra i pali Pigliacelli con una sassata di sinistro da due passi, prima del goal di Ciofani al 72°, che chiude un’azione tutta di prima con Ciano, insaccando il pallone con una girata da fuori area di Van Basteniana memoria, portando in dote alla sua squadra un meritatissimo punto.

L’Avellino ritorna fra le mura amiche per la sfida contro il Foggia, riscattando la brutta figura fatta contro la Cremonese, rifilando un netto 5 a 1 ai pugliesi. Gara subito in salita per gli ospiti, che si ritrovano sotto 1 a 0 già al 9° minuto dopo un rigore di Ardemagni, subendo anche il 2 a 0 al 21° ad opera di Morosini, con un destro preciso che si infila fra le gambe del portiere. Accorcia al 29° Mazzeo ma è un fuoco di paglia, perché sempre Morosini al 36° riporta il vantaggio degli irpini sul +2, con una grande incornata sull’assist al bacio di Laverone. Nella ripresa l’Avellino finalizza il poker con Ardemagni al 59°, con un tocco sotto misura su palla vagante, prima della manita ad opera del bomber Luigi Castaldo al 70°, con un colpo di testa a porta sguarnita dopo una conclusione di Molina sulla traversa.

Il Palermo ospita l’Empoli al Barbera, cercando di riscattare la prestazione opaca contro il Brescia per agganciare le prime posizioni della classifica. Tra le due formazioni finisce 3 a 3, con i rosanero che infliggono un pesante uno-due ai toscani, prima con Cionek al 10° che svetta di testa a centro area, poi con Coronado al 14° che esplode dal vertice destro dell’area un missile che si infila all’incrocio dei pali. L’Empoli accusa il colpo ma non molla, accorciando al 23° con il colpo di testa di Simic e pareggiando i conti al nono della ripresa grazie ad una sassata di Caputo con il destro da dentro l’area. Partita frizzantina, che torna a pendere a favore dei siciliani grazie ad un diagonale di Gnahoré sul portiere in uscita, prima del goal del definitivo pareggio di Caputo in zona Cesarini su calcio di rigore.

La Cremonese prosegue la sua serie positiva schiantando in trasferta la Pro Vercelli per 4 a 1, con i piemontesi fanalino di coda con zero punti dopo tre giornate. Subito arrembanti gli ospiti che siglano il vantaggio già all’8° minuto con un tiro fortunosamente deviato di Pesce, raddoppiando al 38° con un tap-in da rapace d’area di Brighenti, al suo primo goal in Serie B. Nella ripresa Cavion cala il tris all’81° con una splendida rovesciata su assist delizioso di Almici, anticipando una timida reazione della Pro Vercelli che segna con Firenze dal dischetto all’88°. Le velleità dei piemontesi vengono però spente sul nascere dal goal allo scadere di Mokulu, che si inserisce con i tempi giusti e beffa Nobile con un pallonetto preciso che si insacca docilmente in rete.

Nelle altre gare di giornata l’Ascoli perde di misura contro il Novara per 2 a 1 (Lores al 5°; Da Cruz al 39° ed al 50°), il Venezia di Inzaghi ottiene i suoi primi tre punti contro il Bari di Grosso, vincendo al San Nicola per 2 a 0 (Bentivoglio al 30°, Zigoni al 58°), il Carpi vince di misura al Cabassi sulla Salernitana per 1 a 0 (Malcore al 35°), lo Spezia vince sull’Entella per 2 a 1 (Terzi al 14°, Marilungo all’89°; De Luca al 61°), Ternana e Brescia vincono 1 a 0 rispettivamente contro Cesena e Parma (Angiulli al 7° per i rossoverdi, Ferrante al 60° per le rondinelle) ed infine nel posticipo del lunedì il Cittadella pareggia per 1 a 1 contro il Perugia (Cerri al 31°; Salvi al 72°).

I risultati completi di giornata

Pescara-Frosinone 3-3

Ascoli-Novara 1-2

Avellino-Foggia 5-1

Bari-Venezia 0-2

Carpi-Salernitana 1-0

Palermo-Empoli 3-3

Pro Vercelli-Cremonese 1-4

Spezia-Virtus Entella 2-1

Ternana-Cesena 1-0

Parma-Brescia 0-1

Cittadella-Perugia 1-1

La classifica aggiornata

1° Carpi 9

2° Perugia 7

3° Frosinone 7

4° Cremonese 6

5° Avellino 6

6° Parma 6

7° Palermo 5

8° Venezia 5

9° Empoli 5

10° Ternana 5

11° Pescara 4

12° Cittadella 4

13° Brescia 4

14° Bari 3

15° Ascoli 3

16° Novara 3

17° Spezia 3

18° Salernitana 2

19° Cesena 1

20° Virtus Entella 1

21° Foggia 1

 

22° Pro Vercelli 0

Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, appassionato di calcio, basket, della lettura ed appartenente alla categoria dei "nerd", tifoso principalmente del Bologna FC 1909 ma anche dell'Arsenal.