Lady B: il punto sulla serie cadetta – 14 Nov

Scritto da  Nov 14, 2017

Il quattordicesimo turno della Serie B è andato in scena questo weekend, approfittando della pausa dei campionati maggiori per impadronirsi della domenica calcistica.

Questa quattordicesima giornata è stata inaugurata dalla sorprendente vittoria della Pro Vercelli ai danni dell’Empoli, uscito sconfitto dal Piola per 2 a 1. I toscani premono sull’acceleratore già dal calcio d’inizio, faticando però contro le fiammate dei padroni di casa in contropiede, riuscendo a passare in vantaggio al 29° con un tiro di Caputo, che grazie ad una deviazione si insacca in rete. I Leoni, che non vogliono deludere i propri tifosi dopo la bella vittoria nel derby piemontese della passata settimana, cercano e trovano il goal del pareggio dopo pochi minuti con il goal di Firenze sulla sponda di testa di Raicevic. Partita che dopo questa rete trova un proprio equilibrio, modificato dalla marcatura decisiva di Castiglia al 76°, abile a sfruttare un’altra sponda perfetta del “puntero” piemontese per battere con un preciso destro Provedel, portando in dote ai suoi tre punti d’oro.

Match non per i deboli di cuore quello del Manuzzi fra Cesena e Salernitana, terminato con un pirotecnico 3 a 3. La squadra di Castori parte ai mille all’ora e apre subito le marcature con la spizzata di Kupisz sul cross pennellato dalla trequarti mancina di Fazzi, alla quale segue il bis di Koné al 22°, che da trentacinque metri esplode un destro in formato Frecciarossa, che si inchioda alle spalle di Adamonis. I granata si destano ed accorciano cinque minuti più tardi con la deviazione sotto porta di Rodriguez, dopo il tiro di Bocalon parato da Agliardi. Le squadre vanno al riposo con i bianconeri ancora in vantaggio, i quali anziché controllare la gara incrementano il loro vantaggio, grazie all’autorete di Pucino al 66°. Sembra cosa fatta l’archiviazione della pratica, ma la Salernitana si rifà sotto con la rete di Bocalon al 71°, riuscendo incredibilmente a pareggiare al 78° grazie alla punizione di Ricci, che sul tocco di Vitale spedisce la palla nell’angolino basso alla destra di Agliardi, costringendo i romagnoli alla spartizione del bottino.

Ducali corsari al Tombolato, con il Parma che si impone sul Cittadella per 2 a 1: partita bloccata per quasi tutta la prima frazione, con i Crociati che mettono la freccia del sorpasso al 41°, il cui merito si divide equamente fra Calaiò autore della rete ed Insigne autore dell’assist, dopo una corsa di quaranta metri. Nella ripresa il Parma regge l’urto dei padroni di casa, ammainando le vele al 73° sul rigore di Iori che riequilibra la gara, prima del definitivo vantaggio per la squadra di D’Aversa che giunge al termine di un’azione avvolgente, portata a termine dall’Arciere Calaiò sul tocco preciso verso il centro area di Di Gaudio, una rete importantissima che lancia i gialloblù in classifica, distanti ora solo due punti dalla vetta.

Sconfitta pesante per la Cremonese che si arrende alla prepotenza della capolista Palermo, uscendo sconfitta dallo Zini di Cremona per 2 a 1. Padroni di casa per nulla intimoriti dal blasone della diretta concorrente, passano in vantaggio al 21° con una deviazione di Claiton sulla punizione di Piccolo prolungata da Brighenti, alla quale risponde Rispoli due minuti più tardi con un grande diagonale di destro dall’interno dell’area. La prima frazione si conclude in perfetto equilibrio, nella ripresa i siciliani trovano maggiori motivazioni e completano la rimonta al 52°: Embalo addomestica un pallone molto ostico all’interno dell’area, lo scarica indietro per l’accorrente Chochev che col mancino lascia partire un diagonale letale per Ujkani, decidendo così la gara in favore dei rosanero.

Negli altri match di giornata l’Avellino pareggia per 0 a 0 con l’Entella, Spezia-Frosinone, Carpi-Brescia e Ternana-Novara si chiudono in parità con una rete per parte (Gilardino e Ciofani i marcatori della prima sfida, Verna e Caracciolo quelli della partita disputata al Cabassi ed infine Valjent e da Cruz quelli del match del Liberati di Terni), il Venezia di Inzaghi si impone sul Perugia per 1 a 0 (Garofalo al 6°), l’Ascoli affonda sotto i colpi del Foggia per 2 a 0 (Camporese al 66°, Chiricò all’84°) ed infine nel posticipo della domenica sera il Bari regola di misura il Pescara, con il goal che decide la gara ad opera di Brienza al 77°.

I risultati completi di giornata

Sabato 11 Novembre h 15:00

Pro Vercelli-Empoli 2-1

Sabato 11 Novembre h 18:00

Avellino-Virtus Entella 0-0

Sabato 11 Novembre h 20:30

Spezia-Frosinone 1-1

Domenica 12 Novembre h 12:30

Venezia-Perugia 1-0

Domenica 12 Novembre h 15:00

Ascoli-Foggia 0-2

Carpi-Brescia 1-1

Cesena-Salernitana 3-3

Cittadella-Parma 1-2

Cremonese-Palermo 1-2

Ternana-Novara 1-1

Domenica 12 Novembre h 20.30

Bari-Pescara 1-0

P Squadre Giocate Vittorie Pareggi Sconfitte Gol Fatti Gol Subiti Diff. Reti Punti
1 Palermo 14 6 7 1 19 12 +7 25
2 Frosinone 14 6 6 2 21 15 +6 24
3 Venezia 14 6 6 2 17 11 +6 24
4 Bari 14 7 2 5 26 18 +8 23
5 Parma 14 7 2 5 18 14 +4 23
6 Cremonese 14 5 6 3 23 17 +6 21
7 Empoli 14 6 3 5 26 21 +5 21
8 Salernitana 14 4 9 1 24 20 +4 21
9 Carpi 14 5 5 4 13 14 -1 20
10 Cittadella 14 5 3 6 19 18 -1 18
11 Novara 14 5 3 6 16 16 +0 18
12 Avellino 14 5 3 6 21 22 -1 18
13 Pescara 14 4 5 5 22 24 -2 17
14 Brescia 14 4 5 5 14 16 -2 17
15 Foggia 14 4 5 5 25 31 -6 17
16 Pro Vercelli 14 4 4 6 19 21 -2 16
17 Spezia 14 4 4 6 13 18 -5 16
18 Perugia 14 4 3 7 23 26 -3 15
19 Virtus Entella 14 3 6 5 18 22 -4 15
20 Ternana 14 2 8 4 21 26 -5 14
21 Cesena 14 3 5 6 20 28 -8 14
22 Ascoli 14 3 4 7 15 23 -8 13
Lele Carl Malaguti

Emanuele Malaguti, piú comunemente noto come Lele Carl, appassionato di calcio, basket, della lettura ed appartenente alla categoria dei "nerd", tifoso principalmente del Bologna FC 1909 ma anche dell'Arsenal.