Addio a Davide Astori: una vita in difesa - 4 mar Stato Quotidiano

Addio a Davide Astori: una vita in difesa - 4 mar

Scritto da  Mar 04, 2018

Davide Astori è deceduto nel corso della notte appena passata; la causa della morte del giocatore sarebbe stato un arresto cardiocircolatorio.
La notizia è arrivata alle 11:52, e ha sconvolto l'intero mondo dello sport. Astori lascia la compagna Francesca Fioretti e la figlia Vittoria di 2 anni.

La carriera. 

Il centrale mancino aveva 31 anni, era nato a San Giovanni Bianco, in provincia di Bergamo e fin da piccolo ha cullato il sogno di diventare un calciatore. 
Ha iniziato a giocare nel Ponte San Pietro, squadra "satellite" del Milan, che lo portò a Milanello nel 2001, facendolo giocare nelle giovanili fino al 2006. Successivamente qualche prestito: nel 2006 al Pizzighettone e nel 2007 alla Cremonese con cui sfiora la promozione in Serie B, fallendo la finale playoff contro il Cittadella. 

La svolta della sua carriera si chiama Cagliari, che punta su di lui nell'estate del 2008. Con la formazione isolana gioca ben 174 partite, andando a segno in 3 occasioni.
Nel 2014 però il grande passo alla Roma allenata da Rudi Garcia, che gli concede 29 presenze. Davide nella capitale non riuscirà mai a lasciare il segno in maniera importante, e così a fine anno la società capitolina non esercitò il diritto di riscatto.
L'estate successiva venne girato dal Cagliari, alla Fiorentina, questa volta però in prestito con obbligo di riscatto. 
A Firenze riesce subito ad imporsi in campo e nello spogliatoio, diventando anche capitano dopo l'addio di Gonzalo Rodriguez. 

In Nazionale, Davide ha collezionato 14 presenze, esordendo nel 2011 nell'amichevole contro l'Ucrania. Il suo unico gol azzurro non è stata una rete qualsiasi, visto che l'ha realizzata nella finale (vinta) per il terzo posto alla Confederations Cup del 2013 in Brasile, contro l'Uruguay.

Le reazioni. 

Dopo la tragica notizia, il commissario straordinario della Lega, Giovanni Malagò, ha deciso di rinviare a data da destinarsi tutte le partite in programma oggi.

Tanti i messaggi di cordoglio dei Club di Serie A, e di Premier League. Anche l'UEFA ha voluto manifestare la sua sincera vicinanza alla famiglia e alla Fiorentina, tramite un Tweet pubblicato sull'account ufficiale.

Di seguito invece riportiamo il pensiero del Bologna FC:

"Sconvolti e increduli per la terribile notizia della scomparsa improvvisa di Davide Astori, ci uniamo al dolore della famiglia del ragazzo e della ACF Fiorentina. Tutto il Bologna Fc 1909 partecipa con profonda commozione".

Ovviamente anche noi di 1000Cuori ci uniamo al dolore e al ricordo di un giocatore sempre esemplare dentro e fuori dal campo. 


Ciao Davide, riposa in pace!

Davide Centonze

Appassionato di calcio e soprattutto tifoso rossoblu. Attualmente frequentante il corso di scienze della comunicazione con il sogno di diventare giornalista sportivo.