Vico, Vicini, Mancini e Balotelli

Scritto da  Mag 11, 2018

Giambattista Vico sosteneva che alcuni accadimenti si ripetevano con le medesime modalità, anche a distanza di tanto tempo, e ciò avveniva non per puro caso, ma in base a un preciso disegno stilato della Divina Provvidenza. Non sto a dirvi che il vecchio Gibì, filosofo napoletano che confutò le idee cartesiane, ha frequentato il Pontano come me (ai suoi tempi si chiamava Collegio Massimo dei Gesuiti, però il plesso è quello), perché potreste richiedere un TSO per il sottoscritto. E allora vi dico solo che stamattina la sua teoria dei corsi (e ricorsi) storici mi torna utile. Apprendo che il Nuovo Corso della Nazionale di calcio italiana vivrà il suo primo atto ufficiale proprio a Bologna, allo Stadio Dall’Ara. In panchina, se non succederanno disastri al momento non ipotizzabili, Roberto Mancini. Ed eccolo, il ricorso vichiano: Roby ha già partecipato al debutto di una Nuova Nazionale sotto San Luca: era l’8 ottobre 1986, l’Italia era reduce dal deludente Mondiale messicano e cercava nuovo slancio affidandosi a un nuovo Ct, Azeglio Vicini. Il quale, appunto, portò a Bologna la sua Under 21, le cambiò qualche… connotato (lasciar fuori Bergomi e Baresi, tanto per citarne un paio, sarebbe stata follia) e iniziò il suo cammino verso un agrodolce Europeo (quello tedesco dell’88) e quelle Notti Magiche di Italia 90 che si trasformarono poi in Notti Tragiche. In quella sera di ottobre di 32 anni fa, in panchina c’era già… Roberto Mancini. Che scese in campo per dare il cambio al logoro Altobelli, dopo che lo Zio Bergomi aveva spezzato le reni alla Grecia con una doppietta (!?!). Stavolta, il 7 settembre prossimo venturo, Roby resterà ai margini del manto erboso, a guidare una squadra che ha bisogno di nuova linfa dopo le ultime, cocenti delusioni. Immagino che il Mancio punterà un bel po’ delle fiches a sua disposizione su Balotelli, affidandosi ancora una volta a Giambattista Vico: in fin dei conti, Mancini è già riuscito in passato a far emergere le qualità di Marione. Corsi e ricorsi storici…

Marco Montanari

Nel suo curriculum, alla rinfusa, Guerin Sportivo, Treccani, Gruppo Poligrafici Editoriale, La Gazzetta dello Sport, Panini, SportMediaset, Corriere della Sera e alcuni house organ di società calcistiche.
Oggi vorrebbe essere il… Palacio del fantastico gruppo dei 1000 Cuori Rossoblu.