Il weekend di serie D

Scritto da  Ott 15, 2018

Fine settimana nerissimo per le tre bolognesi, tutte sconfitte con passivi più o meno pesanti.

A partire dall'Axys Zola, travolto in trasferta dell'Adrense per 3-0: brutto tonfo che porta a tre le sconfitte in campionato, la seconda consecutiva, e getta la squadra di mister Zaccaroni in piena zona playout. Male anche il Sasso Marconi, sconfitto in casa per 1-2 dal Fanfulla: Della Rocca porta in vantaggio i suoi in finir di primo tempo, ma nella ripresa la doppietta di Brognoli (con rigore finale) regala i tre punti agli ospiti. Ragazzi di mister Moscariello ancora a secco di vittorie in campionato: urge invertire la rotta al più presto. Sconfitta infine indolore per il Mezzolara, caduto a Crema contro la più quotata Pergolettese, per 2-1, con rimpianto per essere passati in vantaggio con Sereni, anche se nel complesso i Togni Boys non hanno nulla da rimproverarsi. 

E le altre? Il Modena continua la sua marcia vincendo per 1-0 in casa col Cliverghe Mazzano, confermando il primo posto in solitaria a 13 punti. Dietro rallenta il Fiorenzuola, che non va oltre lo 0-0 con la Reggio Audace, e si inserisce nel gruppone dietro ai canarini, a quota 10, assieme a Pergolettese, Fanfulla e Crema (corsara in trasferta col Calvina). Pareggio poi tra Lentigione e Carpaneto, vittoria casalinga del Pavia sul Classe e pure del San Marino sull'Oltrepovoghera, che rimane ultimo a quota 1.

La prossima giornata si aprirà con un impegno sulla carta impossibile per una delle nostre: a Zola arriva infatti la capolista Modena, che torna in terra bolognese due settimane dopo Budrio ( dove mancò la vittoria, unica partita senza i tre punti per Apolloni), sfida casalinga da vincere per il Mezzolara, contro il San Marino ( con cui sta a braccetto in classifica a quota 6) e trasferta a Mazzano per il Sasso, alla disperata ricerca della prima vittoria stagionale. 

Ultima modifica il Lunedì, 15 Ottobre 2018 15:06
Stefano Brunetti

Bolognese e bolognista, blogger e poeta, filosofo e asceta, con particolare passione per i colori rossoblù: scrivo sul Bologna da quando sono in fasce, o forse anche prima. Autore su Mondo Bologna, ma anche scrittore, cantante, musicista: con Bologna sempre al centro, come unica fonte d'ispirazione. Cosa ne penso di Destro? Non penso. Pro o contro Donadoni? Neutro. Perché la maglia vien prima di tutto. Datemi dell'ignavo, del conservatore, del bigotto: ma a parte questo, giuro che ho anche dei difetti. Perché prima di tutto viene lei: la maglia del Bologna. 7 giorni su 7. E la maglia non si contesta: si ama. Anzi, di più: si adora.
Ed io, in fondo, non sono che questo: un adoratore seriale. Di professione.