Premier League – Resoconto 14a giornata

Scritto da  Dic 04, 2018

Per questo 14esimo turno di campionato non ho voluto premiare un calciatore, una partita o un manager ma -un po’ a sorpresa- ho appiccicato la mia etichetta con scritto “TOP” al … calendario!

Già, perché tre derby nella stessa giornata non sono poi una robetta così comune...

Dall’altra parte, ho deciso di girare il pollice verso l’incredibile incertezza di Jordan Pickford: uno svarione che è costato la sconfitta del suo Everton nella stracittadina della Merseyside contro i cugini del Liverpool.

 

TOP Derby Day”.

Ore 13, “Stamford Bridge”: Chelsea v. Fulham 2-0. The italian job. Sarri contro Ranieri in un derby di quartiere (Hammersmith) troppo squilibrato per andare incontro a qualche sorpresa. Apre Pedro nel primo tempo, chiude Loftus - Cheek a dieci dal termine. Per Claudio ci saranno altre occasioni...

Ore 16, “Emirates”: Arsenal v. Tottenham 4-2. La partita forse più sentita di tutta la domenica. Tralasciando la buccia di banana lanciata da qualche stupido sostenitore del Tottenham verso Aubameyang (sanzioni pesantissime in arrivo), è stato il vero North London Derby. Colpi di scena e ribaltamenti di fronte. Alla fine festeggiano i Gunners, ma che spettacolo!

Ore 18, “Anfield Road”: Liverpool v. Everton 1-0. La fotografia della sfida è Klopp che al 96esimo corre come un pazzo verso Allison dopo aver esultato al gol vittoria più clamoroso di sempre (cercherò di spiegarvelo qui sotto), al termine di una partita spettacolare che sarebbe potuta tranquillamente finire 4 a 4!

 Per chi ama questo sport, una domenica da bollino rosso!

 

FLOP Jordan Pickford. Pazzesco. Quasi impossibile raccontare il gol che ha deciso il derby di Liverpool. Ci provo. Minuto 96 o giù di lì. Siamo al termine di una battaglia davvero equilibrata. “Anfield” spinge per un ultimo assalto dei Reds e, ovviamente, la squadra di Jurgen Klopp ci prova: palla “in the box” dalla trequarti che viene sputata fuori della difesa dell’Everton. Van Dijk, che di mestiere fa il difensore, tenta una goffa girata al volo (probabilmente colpendola con il malleolo) dal limite dell’area. Si alza un campanile assurdo che spiove nei pressi della porta. Pickford salta ma, incredibilmente, invece che smanacciare la palla in corner la fa carambolare sulla traversa. Uno, due rimpalli sulla trasversale e poi giù dove ad attenderla c’è il capoccione del belga Origi. Tocco di testa e gol della vittoria proprio sotto la mitica Kop a tempo clamorosamente scaduto!

 Una di quelle assurde circostanze che succedono solo in Premier League!

 

Tutti i risultati

 

Cardiff v. Wolves 2-1

 

(65’ Gunnarsson, 77’ Hoilett); (18’ Doherty)

 

Crystal Palace v. Burnley 2-0

 

(16’ McArthur, 77’ Towsend)

 

Huddersfield v. Brighton 1-2

 

(1’ Jorgensen);(45’+ 4 Duffy, 69’ Andone)

 

Leicester v. Watford 2-0

 

(12’ Vardy, 23’ Maddison)

 

Manchester City v. Bournemouth 3-1

 

(16’ Bernardo Silva, 57’ Sterling, 79’ Gundogan); (44’ Wilson)

 

Newcastle v. West Ham 0-3

 

(11’ - 63’ Hernadez, 90’+3 Anderson)

 

Southampton v. Manchester United 2-2

 

(13’ Armstrong, 20’ Soares); (33’ Lukaku, 39’ Herrera)

 

Chelsea v. Fulham 2-0

 

(4’ Pedro, 82’ Loftus- Cheek)

 

Arsenal v. Tottenham 4-2

 

(10’ - 54’Aubameyang, 74’ Lacazette, 77’ Torreira); (30’ Dier, 34’ Kane)

 

Liverpool v. Everton 1-0

 

(90’ + 6 Origi)

 

STATS

 

      • Goals

 

10 - Aubameyang (Arsenal)

 

8 - Kane (Tottenham)

 

8 - Aguero (Man.City)

 

      • Assists

 

6 - Fraser (Bournemouth)

 

6 - Ramsey (Arsenal)

 

5 - Sterling (Manchester City)

 

 

 

Classifica

 

Ultima modifica il Martedì, 04 Dicembre 2018 16:59
Andrea Nervuti

Amante del mondo anglosassone in ogni sua sfumatura: dall'atmosfera del piccolo pub di periferia fino alle luci della Premier League