Ecco le nuove regole del calcio

Scritto da  Mar 06, 2019

La 133esima assemblea dell'Ifab, l'organismo che codifica le regole del pallone, si è espressa su una serie di novità che entreranno in vigore a partire dall'anno prossimo.

1) FALLO DI MANO: saranno sanzionati i tocchi, seppur involontari, con le braccia in posizione innaturale (cioè all'altezza delle spalle o sopra); per intenderci, varrà la cosiddetta regola dell'orologio: più le braccia saranno staccate dalle ore 6, più sarà possibile concedere il rigore.

2) AMMONIZIONE PER IL TECNICO: come per i calciatori, anche i tecnici saranno ammoniti, prima dell'espulsione. Anche a loro, dunque, gli arbitri mostreranno prima il cartellino giallo, poi in caso di aggravante quello rosso. La squalifica per la giornata successiva, a differenza di oggi, sarà obbligatoria.

3) RINVIO DAL FONDO: il portiere potrà passare il pallone ad un compagno anche dall'interno dell'area, per favorire la costruzione del gioco. Sarà però permesso anche agli attaccanti di intervenire e colpire il pallone prima che esca dall'area.

4) PUNIZIONI: un metro di distanza dai difensori, in qualunque direzione: gli attaccanti d'ora in poi non potranno più disturbare la barriera.

5) RIGORI: il portiere non sarà più libero di muoversi sulla linea di porta, ma dovrà anzi tenerne uno in via obbligatoria sulla linea; il Var, nel caso di tale mancanza, potrà intervenire e far ripetere il penalty.

6) SOSTITUZIONI: dovranno essere più veloci, i giocatori non dovranno più fare tutta la passerella per il campo, ma uscire dal punto più vicino, evitando così le perdite di tempo.

7) L'ARBITRO NON FARA' PIU' GIOCO: nel caso la palla sbatta contro il direttore di gara (favorendo un assist o addirittura un goal) il gioco sarà ripreso con una palla a due (in area, invece, andrà sempre al portiere).

8) CARTELLINI E VANTAGGIO: si potrà battere la punizione ancor prima dell'estrazione del cartellino.

9) PALLA A DUE: d'ora in avanti, nel caso in cui fosse necessaria, l'arbitro darà il pallone a chi deve giocarlo, con l'avversario che dovrà tenersi ad una distanza di quattro metri.

10) GOAL E TOCCO DI MANO: qualsiasi rete segnata con la mano, anche se involontaria, non sarà convalidata. Quindi, di conseguenza, anche nel caso di rimpallo tra una parte del corpo e la mano, il goal sarà annullato.

Ultima modifica il Mercoledì, 06 Marzo 2019 10:24
Stefano Brunetti

Bolognese e bolognista, blogger e poeta, filosofo e asceta, con particolare passione per i colori rossoblù: scrivo sul Bologna da quando sono in fasce, o forse anche prima. Autore su Mondo Bologna, ma anche scrittore, cantante, musicista: con Bologna sempre al centro, come unica fonte d'ispirazione. Cosa ne penso di Destro? Non penso. Pro o contro Donadoni? Neutro. Perché la maglia vien prima di tutto. Datemi dell'ignavo, del conservatore, del bigotto: ma a parte questo, giuro che ho anche dei difetti. Perché prima di tutto viene lei: la maglia del Bologna. 7 giorni su 7. E la maglia non si contesta: si ama. Anzi, di più: si adora.
Ed io, in fondo, non sono che questo: un adoratore seriale. Di professione.