Il weekend di serie D

Scritto da  Apr 08, 2019

LE BOLOGNESI: l'Axys Zola non si ferma più: terza vittoria consecutiva, stavolta in traferta, sul campo del Mazzano (reti di Caprioni Ferri) a certificare l'incredibile momento di forma, con l'ultimo mese decisivo per togliersi fuori dalle sabbie mobili e guardare al finale del campionato con rinnovata fiducia. Avanza un passo alla volta anche il Mezzolara, protagonista di un rocambolesco pareggio in quel di Crema: locali in vantaggio con D'Apollonia, ma in cinque minuti Sala Sereni la ribaltano. Porcino in avvio di ripresa pareggia i conti, Pagano all'83esimo porta in vantaggio i cremaschi; sembra finita, ma a due minuti dal triplice fischio, Lo Russo regala un punto prezioso ai biancazzurri, sempre a più uno sulla zona playout. Pareggio anche per il Sasso Marconi, che al "Carbonchi" pareggia a reti bianche coll'Adrense, salendo a quota 31 in classifica, rimanendo in zona playout.

LE ALTRE: Nel super derby tra Reggiana e Modena, con più di 10mila spettatori sugli spalti, prevale la paura: 0-0, con un punto per ognuna, risultato che per quanto nei visto nei novanta minuti fa certo più felici i casalinghi degli ospiti; e tra i due litiganti, il terzo gode: cioè la Pergolettese, che a Pavia pareggia, ma rimane prima a più sei sui canarini. Il Fanfulla consolida il quarto posto con la vittoria casalinga sul Voghera (2-1), Fiorenzuola quinto che invece cade in casa col Lentigione (1-2), col Crema che però, come detto, approfitta solo in parte della sconfitta dei piacentini. In zona retrocessione, pareggi per 1-1 tra Calvina-San Marino e Classe-Vigor Carpaneto.

IL PROSSIMO TURNO: Impegno non facile per il Mezzolara, che cerca i tre punti in casa contro il Fanfulla, ma va forse peggio ad Axys e Mezzo, impegnate rispettivamente contro la terza in classifica (Reggiana) e la seconda (Modena, al "Braglia).

Ultima modifica il Lunedì, 08 Aprile 2019 15:13
Stefano Brunetti

Bolognese e bolognista, blogger e poeta, filosofo e asceta, con particolare passione per i colori rossoblù: scrivo sul Bologna da quando sono in fasce, o forse anche prima. Autore su Mondo Bologna, ma anche scrittore, cantante, musicista: con Bologna sempre al centro, come unica fonte d'ispirazione. Cosa ne penso di Destro? Non penso. Pro o contro Donadoni? Neutro. Perché la maglia vien prima di tutto. Datemi dell'ignavo, del conservatore, del bigotto: ma a parte questo, giuro che ho anche dei difetti. Perché prima di tutto viene lei: la maglia del Bologna. 7 giorni su 7. E la maglia non si contesta: si ama. Anzi, di più: si adora.
Ed io, in fondo, non sono che questo: un adoratore seriale. Di professione.