Il Resto del Carlino - Orsolini: "Mai visto uno stadio così" NapoliCalcioLive

Il Resto del Carlino - Orsolini: "Mai visto uno stadio così"

Scritto da  Giu 17, 2019

Dalle colonne del Resto del Carlino, le parole di Federico Chiesa e Riccardo Orsolini a termine della partita vinta dagli Azzurini contro la Spagna per 3-1.

Federico Chiesa, l'autore della doppietta che ha steso la Spagna. <<Nei primi venti minuti abbiamo sofferto molto, ma questa Nazionale non molla mai e alla fine ha messo in campo una grande reazione. Il segreto di questa prestazione? Siamo un grande gruppo, in campo ci diamo tutti una mano, se c’è bisogno di fare una corsa in più per il compagno nessuno si tira indietro>>. Di Biagio l'ha studiata bene, un aspetto tattico ha fatto la differenza: «Sapevamo che i loro terzini sarebbero andati in difficoltà nell’uno contro uno e in questi giorni abbiamo provato a lungo queste situazioni». Ed ora sotto con la Polonia, vittoriosa ieri contro il Belgio. «La prossima partita non la possiamo sbagliare – dice –. Anche perché vogliamo arrivare almeno alle semifinali». 

È poi il turno di Riccardo Orsolini, che ieri giocava in casa con il supporto di tutta la famiglia, nonna compresa, presente in tribuna. «Non ho mai visto un Dall’Ara così pieno di gente e così caldo – spiega l’esterno d’attacco rossoblù –. L’atmosfera che si respirava è indescrivibile. In campo abbiamo sofferto all’inizio, ma alla distanza siamo venuti fuori: del resto è una tradizione della Nazionale andare sotto e poi reagire alla grande. Adesso guardiamo al nostro Europeo con più fiducia. Ci tenevo particolarmente a giocare qui a Bologna, casa mia. Sono contento di aver dato il mio contributo in una partita, e la cosa migliore era fare tre punti. Il rigore? Sì, ci tenevo a tirarlo. Me lo sentivo. Il mister però ha deciso che doveva battere Pellegrini: felice per lui che ha segnato, ci riproverò la prossima».

Il Dall'Ara non ha conquistato solo i giocatori in campo, così Gabriele Gravina, presidente della Figc: «Serata straordinaria. Voglio ringraziare tutti i ragazzi, la città di Bologna e i tifosi per averci regalato emozioni stupende. E’ una notte magica, da incorniciare. La cosa che più mi ha colpito è stata la determinazione degli azzurrini: delle loro qualità eravamo consci, ma ribaltare il risultato così non era facile»

Ultima modifica il Lunedì, 17 Giugno 2019 08:44
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.