Dusan Vlahovic Dusan Vlahovic labaroviola.com

Sport vs Coronavirus: il resoconto della giornata

Scritto da  Mar 13, 2020

Quella che appresta a concludersi è stata un'altra giornata all'insegna di rinvii, sospensioni e cancellazioni; il tutto, ovviamente, "imposto" da un Coronavirus che sta entrando sempre di più nello sport.

Giusto partire con l'Italia e la Serie A: la Sampdoria, attraverso un comunicato ufficiale, ha annunciato la positività di Omar Colley, Antonino La Gumina, Albin Ekdal, Morten Thorsby e il dottor Amedeo Baldari. Tutti stanno bene e attualmente sono in quarantena. Primo caso anche nella Fiorentina, con Dusan Vlahovic che è risultato positivo al tampone. Anche lui è asintomatico e in quarantena. Nella serata è arrivato poi un comunicato della Lega Serie A che, dopo una video conferenza, ha ribadito che l'obiettivo principale è quello di far finire la stagione attuale.

Una delle notizie più importanti di giornata riguarda sicuramente la sospensione temporanea della Champions League e dell'Europa League; inizialmente l'Uefa aveva rinviato ogni forma di decisione al 17 marzo, salvo poi ritornare sui propri passi di fronte ad un'emergenza che non può più essere sottovalutata. 

Caos anche in Inghilterra dove, dopo la positività di Callum Houdson-Odoi (Chelsea) sono state ufficialmente sospese tutte le competizioni inglesi fino al prossimo 3 aprile. Situazione delicata in casa Premier, dove 7 club hanno almeno un caso positivo: quello più eclatante riguarda sicuramente Mikel Arteta, allenatore dell'Arsenal. Ci sono poi volti di Bournemouth, Everton, Leicester, City e Watford. Intanto altre squadre sono ufficialmente in isolamento: a queste già citate si aggiunge il West Ham, che nell'ultimo match di Premier ha affrontato proprio l'Arsenal.

Si ferma anche il calcio francese, dopo l'annuncio del Presidente della Repubblica sulle precauzioni da utilizzare al fine di evitare la diffusione del contagio. Lo stop, valevole per Ligue 1 e Ligue 2, è stato diramato fino a nuove comunicazioni ufficiali.

Situazione risolta in extremis in Germania: nonostante tre casi positivi - Nurnberger del Norimberga e due calciatori dell'Hannover 96 - solo questo pomeriggio i campionati sono stati sospesi per questa settimana. Una decisione definitiva verrà presa il prossimo martedì. Infine una notizia positiva in casa Paderborn: l'allenatore Steffen Baumgart, a rischio contagio nelle ultime ore dati i sintomi influenzali, è risultato negativo al tampone. 

Intanto, in casa Real Madrid, sono stati effettuati dei tamponi a Carvajal e Nacho, dopo che avevano avvertito una leggera influenza. Negativo per entrambi, anche se il test dovrà essere ripetuto. Ricordiamo che tutta la squadra di Zidane è in quarantena dopo la positività del Real Baloncesto, squadra di basket che si allena nello stesso centro sportivo dei blancos. Notizia dell'ultim'ora è la dichiarazione dello stato di allerta in Spagna.

Ufficialità anche in Eredivisie, dove il campionato è stato sospeso fino al 31 marzo. Rinviati anche altri campionati minori, come quello scozzese, estone, islandese e paraguayano, mentre quello cileno continuerà a porte chiuse fino a nuove comunicazioni. Si aggrava la situazione anche in Brasile, che ha deciso di far giocare soltanto a porte chiuse le gare in programma a Rio de Janeiro e San Paolo.

Annullata anche l'amichevole tra Inghilterra e Italia, in programma il prossimo 27 marzo a Wembley.

Mettendo da parte per un attimo il calcio, sono tante altre le manifestazioni annullate o posticipate, a partire dalla Formula E che è stata ufficialmente sospesa. Posticipato anche l'inizio della Formula 1: niente da fare per i GP del Bahrain e Vietnam, la stagione dovrebbe iniziare a maggio. Rinviato anche il Giro d'Italia, che non partirà dall'Ungheria: una decisione finale verrà presa non prima del 3 aprile. Si fermerà invece alla settima tappa la Parigi-Nizza. Infine, è stata ufficialmente rinviata la Volleyball Nations League 2020: si giocherà dopo i Giochi Olimpici di Tokyo 2020

 

Ultima modifica il Venerdì, 13 Marzo 2020 21:04
Federico Calabrese

Classe 2000, studia presso l'Università di Bologna. Prima di entrare in 1000 Cuori Rossoblu ha scritto per Mondoprimavera e Jzsportnews.com. In passato ha lavorato anche con Gazzamercato, Vocegiallorossa e Numero-Diez. Ha partecipato l'anno scorso al Workshop di Giornalismo sportivo a Bologna, che ha visto docenti come Xavier Jacobelli e Alessandro Iori. Appassionato di calcio in tutte le sue sfumature, cerca il più possibile di raccontare il lato romantico dello sport, con storie che possano far emozionare.