Corriere di Bologna - Balotelli e Brescia, tocca agli avvocati TuttoCalcioNews

Corriere di Bologna - Balotelli e Brescia, tocca agli avvocati

Scritto da  Giu 01, 2020

Nelle più belle storie d’amore quando ci si lascia è sempre doloroso, nel caso di Mario Balotelli ed il Brescia - la società della città in cui Super Mario è cresciuto - sarà doloroso anche se il rapporto è stato un flop completo: si rischiano le vie legali. Balotelli non si è presentato all’ultimo allenamento delle rondinelle, ultimo di una lunga serie di richiami ufficiali, e Cellino furioso ha ammesso ai microfoni della Bbc che prendere Mario: “è stato un errore”.

Risoluzione contrattuale. In caso di retrocessione in Serie B, il contratto tra Mario ed il Brescia si scioglie automaticamente, ma Cellino non lo vuole più vedere ora. Balotelli dalla sua si sente lasciato da parte, è stato fatto allenare negli ultimi giorni da solo, in un campo secondario, e con una mail ha minacciato che in caso di mancato reintegro, richiederà un risarcimento. E come descrizione ad un post di Instagram l’attaccante continua: “Ma come fa a scrivere che non mi alleno al campo? Ci sono i giornalisti al centro a tutti i miei allenamenti! Gli allenamenti sono due al giorno! Come fa a negare l’evidenza? Non pensavo di essere un fantasma ai teleobiettivi. Al momento giusto, spiegherò per filo e per segno tutto e capirete”.

Ieri però all’allenamento Mario non c’era davvero. La guerra è aperta, e se la partita tra avvocati è più che mai è aperta, quella sportiva, per Balotelli, è una sconfitta clamoroso: ora dovrà convincere qualcun altro di essere maturato, cambiato; gli unici che potrebbero volerlo sono in Brasile e Turchia.

Ultima modifica il Lunedì, 01 Giugno 2020 07:51
Michael Mucci

La vita è come un sentiero avvolto dalla nebbia: devi avere il coraggio di cercare e prendere delle deviazioni.

Appassionato di viaggi, fotografia e Bologna FC. Sogno nel cassetto: diventare un Fotoreporter.