FIGC, il presidente Gravina si allinea a Marotta: "Preoccupato per il mancato coordinamento delle ASL" crediti immagine: figc.it

FIGC, il presidente Gravina si allinea a Marotta: "Preoccupato per il mancato coordinamento delle ASL"

Scritto da  Stefano Francesco Utzeri Nov 09, 2020

La giornata di campionato di ieri ha portato con sé tante polemiche e dubbi sul campionato in corso. La pandemia non si arresta, i contagi coinvolgono il calcio a più riprese e il protocollo che finora aveva dato ottimi risultati, viene periodicamente rimesso in discussione alla luce di difficoltà amministrative di vario genere.

È il caso delle dichiarazioni dei Beppe Marotta, AD dell’Inter, che ai microfoni in occasione di Atalanta-Inter ha lamentato incongruenze a livello amministrativo sul comportamento delle diverse ASL locali. 
Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Presidente della Federazione Gravina, il quale si è espresso in merito a margine del Consiglio Federale di oggi: “Sono preoccupato per il mancato coordinamento di alcune ASL, i regolamenti prevedono che la mancata disponibilità di calciatori a livello internazionale comporta comunque delle sanzioni”. Infatti, alcune squadre del nostro campionato non potranno lasciar partire i propri tesserati convocati dalle proprie Nazionali a causa appunto del blocco imposto dall’ASL locale. Una situazione che comporterà diverse sanzioni e di cui l’Amministratore delegato nerazzurro si è lamentato pubblicamente: “L’Italia da questo punto di vista non sta facendo una bella figura internazionale. Lo dico con amarezza e rammarico”. Il Presidente ha proseguito e chiuso la sua dichiarazione sottolineando che questa situazione sta esponendo la FIGC a situazioni critiche nelle relazioni internazionali con altre Federazioni.

Ultima modifica il Lunedì, 09 Novembre 2020 19:01