Prandelli durante la sua prima esperienza a Firenze Prandelli durante la sua prima esperienza a Firenze fonte immagine: Twitter ufficiale ACF Fiorentina

Serie A, Fiorentina: esonerato Iachini, in viola torna Prandelli

Scritto da  Nov 10, 2020

Cambio in corsa in casa Fiorentina. Il pareggio a reti inviolate contro il Parma ha convinto Rocco Commisso a esonerare Beppe Iachini. Al suo posto i Viola hanno chiamato Cesare Prandelli. L’ex CT era fermo dalla fine della stagione 2019, quando dopo essere subentrato a Davide Ballardini aveva condotto il Genoa ad una salvezza tranquilla. Nella serata di ieri, dopo le voci e i vertici tra proprietà e allenatore delle ultime settimane, è arrivata la doppia ufficialità.

Iachini paga un inizio di stagione non in linea con gli investimenti della proprietà. Gli arrivi di giocatori d’esperienza come Bonaventura, Borja Valero e Callejon, gli investimenti su Duncan, Amrabat, Kouamé, imponevano all’ex allenatore di Samp e Sassuolo un avvio diverso dagli 8 punti finora conquistati.

Per l’ex CT della Nazionale, invece, è un ritorno. Nel 2010 aveva lasciato la Fiorentina dopo 5 anni che avevano portato la Fiorentina a conquistare per ben due volte l’accesso alla Champions League e la semifinale di Coppa UEFA del 2007/08. A livello personale ha conquistato per ben due volte consecutive la Panchina d’Oro (2005/06 e 2006/07).
In Nazionale è stato 4 anni, nei quali ha raggiunto la finale Euro2012, la semifinale della Confederations Cup 2013, in entrambe le occasioni sconfitto dalla Spagna, e ha affrontato la delusione dell’eliminazione al primo turno di Brasile 2014. Dopo il periodo in azzurro ha allenato Galatasaray, Valencia, Al-Nasr e appunto il Genoa, senza particolari risultati. Ora torna a Firenze dove ha lasciato grandissimi ricordi.

Stefano Francesco Utzeri

Studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio sogno: raccontare lo sport e i suoi protagonisti. Nativo digitale sedotto dai Beatles e Marty McFly.