Il punto sulla Serie A - Parma, sei grande! La Lazio completa la scalata: sorpassata la Roma al 2^posto - 13 apr

Scritto da  Apr 13, 2015

Il calcio sa regalare emozioni che vanno al confine con la realtà. Nel calcio tutto è possibile e nessuna squadra parte sconfitta in partenza. Da questa 30^giornata di campionato  è arrivato l'esempio più lampante che avvalora le parole scritte sopra. Il Parma, una società fallita da qualche settimana, in cui nessuno percepisce lo stipendio da mesi, ha battuto la Juventus, la squadra destinata a vincere lo suddetto per il quarto anno consecutivo. Per alcuni potrebbe trattarsi di un miracolo, ma chi segue il calcio sa che non sempre bastano qualità e tecnica per battere una squadra, sono anche importanti le motivazioni, la testa e il cuore. I gialloblù spinti dalla voglia di fare bene e senza nessuno obiettivo da conseguire, hanno regalato ai tifosi una gioia immensa. La Juventus, dal canto suo, aveva forse già la testa proiettata alla sfida di Champions con il Monaco, ma questo non toglie nulla ai grandi meriti del Parma. Alla spalle dei bianconeri, però, non c'è la Roma di Rudi Garcia che, a Torino, contro i granata di Ventura, non è andata oltre l'1-1, favorendo così il sorpasso dei cugini della Lazio. I biancocelesti, infatti, hanno completato una rimonta da record, ottenendo contro l'Empoli l'ottava vittoria consecutiva. La squadra di Sarri si è dovuta arrendere davanti allo strapotere degli uomini di Pioli, che hanno disintegrato i toscani per 4-0 con le reti di Mauri, Candreva, Klose e Felipe Anderson. Ora la Champions non è più un sogno, ma è realtà. Adesso forse verrà il difficile: difendere il secondo posto fino alla fine del campionato per regalare ai tifosi una qualificazione insperata.

Torna al successo anche il Napoli. Il ritiro, imposto dal presidente De Laurentis dopo l'eliminazione dalla Coppa Italia, ha rigenerato gli azzurri. Gli uomini di Benitez si sono sbarazzati per 3-0 (Mertens, Hamsik e Callejon) di una diretta concorrente come la Fiorentina. I viola sembrano la brutta copia di qualche settimana fa: zero tiri verso la porta, zero idee, zero gioco. Un'involuzione preoccupante che rischia di pregiudicare ciò che è stato fatto fin qui. 

Nell'altra gara valida per le posizioni europee la sfida tra Milan e Sampdoria è finita 1-1, un pareggio prezioso per i blucerchiati che conservano i sette punti di vantaggio sui rossoneri a otto giornate dal termine. Sull'altra sponda del Naviglio, sorride l'Inter che torna alla vittoria grazie al 3-0 sul Verona. Un successo che però non consente di alimentare speranze per qualche posizione europea, visti i troppi punti di distacco. 

In zona salvezza importantissimo successo dell'Atalanta, che dopo oltre due mesi torna alla vittoria e allunga sulle inseguitrici. Sconfitto il Sassuolo con una doppietta di German Denis. Perdono invece sia il Cesena che il Cagliari. I romagnoli hanno avuto la peggio contro il Chievo e hanno dovuto fare i conti con un intramontabile Pellisier. Il Cagliari è caduto al Ferraris sotto i colpi del Genoa: ha segno Iago Falque e Niang. Ennesimo ko anche per l'Udinese: la squadra di Stramaccioni ha perso per 3-1 contro il Palermo scatenando l'ira dei tifosi. La vittoria, infatti, manca ormai da più di un mese.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 14:36