Imolese - Vis Pesaro 1-2: crollo dei rossoblù

Scritto da  Dic 12, 2020

 

È il caso di dirlo: piove sul bagnato per l'Imolese, che sotto la leggera ma costante pioggerellina caduta incessantemente sul Romeo Galli scivola contro la Vis Pesaro (1-2). Quinta sconfitta consecutiva per la formazione rossoblù, ora in zona playout: la formazione di Cevoli (nella foto) sarà chiamata a ribaltare un trend tutt'altro che positivo a partire da mercoledì, quando scenderà in campo a Legnago (VR) per il recupero della dodicesima giornata di campionato, non disputata causa Covid.

Inizio gara tutt'altro che esaltante nel plumbeo sabato pomeriggio di Imola, con i portieri di entrambe le formazioni che non compiono nemmeno una parata in tutto il corso della prima frazione. Per il primo squillo bisogna attendere il 19', quando Gelonese manda alle stelle la conclusione da fuori, copiato da Provenzano al 35' su calcio piazzato. Quando tutto sembra vertere verso un noioso 0-0 arriva il vantaggio locale. La grave disattenzione del terzino pesarese Stramaccioni porta Polidori a detenere il possesso palla all'interno dell'area di rigore; la punta rossoblù avanza indisturbata e serve Morachioli per la più facile delle reti.

Ripresa che inizia nel peggiore dei modi per l'Imolese, che al 49' subisce il gol del pari. Sull'azione combinata ospite De Feo crossa da destra, cogliendo il perfetto inserimento di Lazzari sul palo opposto: per il numero 10 biancorosso, solissimo, è un gioco da ragazzi battere il giovane Siano. Un'Imolese decisamente più attiva rispetto al primo tempo cerca il 2-1 con Lombardi, la cui conclusione del 54' saggia il tuffo di Bastianello, ma paga la legge del contrappasso al 60'. Tonetto perde equilibrio e pallone sulla fascia sinistra difensiva, Nava recupera e crossa in area trovando la deviazione di Carini, con il pallone diretto verso l'angolo. Nel tentativo di evitare il corner il giovane portiere Siano tocca prima la sfera, poi il piede di De Feo: calcio di rigore sacrosanto, trasformato da Lazzari per la rimonta. Ancora Lazzari al 67' avrebbe l'occasione per l'1-3, ma dopo aver superato Carini calcia a lato, poi Nava al 73' trova la sicura opposizione di Siano. Negli ultimi 15' i rossoblù premono sull'acceleratore alla ricerca del pari, guidati dalla verve di un incontenibile Morachioli, ma l'unica chance di rilievo è quella di Stanco del minuto 82, con il colpo di testa del numero 11 di casa alto di poco sull'angolo di D'Alena.

 

Il tabellino:

Imolese (3-5-2): Siano; Pilati (77’ Sall), Cerretti, Carini; Rondanini, Lombardi (62’ Stanco), Torrasi, Provenzano (77’ D’Alena), Tonetto (77’ Ingrosso); Morachioli, Polidori. A disp. Rossi, Angeli, Ventola, Mele, Masala, Boccardi, Alboni, Laghi. All. Roberto Cevoli

Vis Pesaro (4-3-3): Bastianello; Nava, Farabegoli, Gennari, Stramaccioni (88’ Brignani); Gelonese (69’ Ejjaki), Di Paola, D’Eramo (58’ Tessiore); Di Feo (88’ Pannitteri), Cannavò, Lazzari (69’ Ngissah). A disp. Bianchini, Eleuteri, Pezzi, Marchi, Lelj, Galeazzi, Mamona. All. Daniele Di Donato

Arbitro: Marotta di Sapri

Marcatori: 43’ Morachioli (I), 49’ Lazzari (V), 61’ Lazzari (V, rig.)

Note: Ammonito Carini, Rondanini, Pilati, Stanco (I), Bastianello, Di Paola, Ngissah (V). Recupero 1’ pt, 4’ st. Angoli 7-2.

Claudio Leone

Palermitano di nascita, valledolmese di crescita (e nel cuore), imolese dall'adolescenza in poi. Innamorato del calcio in ogni sua espressione, vivo di curiosità, con picchi di entusiasmo fanciulleschi nel nutrirmi di storie poco note. Segno distintivo: politeista. Venero Roby Baggio, Federico Buffa ed altri personaggi del mondo sportivo.