CF Montreal: i canadesi partono bene ma si fermano alla distanza. Con Nashville finisce in pareggio

Scritto da  Apr 24, 2021

Secondo match della stagione per il Montreal di Joey Saputo. I canadesi lasciano Fort Lauderdale (Florida), dove hanno posizionato la loro base, in attesa di tornare allo Stadio Saputo, per dirigersi verso Nashville, in Tennessee.

Gli avversari di oggi vengono da un 2-2 contro Cincinnati. Nonostante le due reti subite, la forza principale è proprio nella difesa. Sono infatti la squadra che nella stagione passata aveva subito il minor numero di gol. Il giocatore migliore è sicuramente Zimmerman, miglior difensore di tutto il campionato nella stagione 2020. Da tener d’occhio anche il trequartista ex-Benfica Hany Mukhtar, che agisce nel trio a supporto dell’unica punta, il colombiano Jhonder Cádiz

Coach Nancy schiera Montreal con il classico 3-4-1-2, che in fase difensiva si trasforma in un 5-3-2, con l’abbassamento dei due esterni Brault-Guillard e Kizza, confermati dopo l’ottima prestazione fornita nella vittoria contro Toronto. In porta Diop, nella linea a 3 troviamo Aljaz Struna (ex di Carpi e Palermo), Camacho e Miller. Ancora out Louis Binks. A centrocampo gli inamovibili Wanyama e Piette, si ergono a barriera. A creare gioco in attacco ci pensa Djordje Mihailovic, che ispirerà la coppia offensiva formata da Quioto e Toye.

Appena inizia la partita, subito Piette viene ammonito per un intervento a centrocampo, fin troppo severo qui l’arbitro. Per i successivi 10 minuti Nashville controlla il pallino del gioco costringendo Montreal a giocare con tutti e 11 i giocatori nella propria metà campo.

Poi all'improvviso un lampo, contrasto aereo vinto da Brault-Guillard, la palla arriva a Quioto che lancia Toye, che tocca il pallone, se lo sposta sul destro e dal limite dell’area, evitando il pressing di due avversari, lascia partire uno stupendo destro a giro che supera il portiere avversario, insaccandosi nel 7 più lontano. 1-0 e vantaggio Montreal.

Il ritmo della partita rallenta, i canadesi continuano a difendere a pieno organico e Nashville fatica a trovare spazio, la prima occasione arriva al 23’ un lancio da centrocampo trova Mukhtar in profondità. Il tedesco si invola verso l’area, quando Diop fa un passo i avanti per chiudere lo specchio, scarica al centro dove trova Jhonder, che appoggia a colpo sicuro. Sulla linea difensiva però Kamal Miller salva tutto e spazza. Altra occasione per Nashville qualche minuto dopo ma sul cross basso dalla destra Diop riesce ad intervenire bloccando a terra.

Montreal difende con due linee molte compatte, in maniera pulita e puntuale, Nashville cerca di ripetere sempre lo stesso schema offensivo: palla profonda sulla fascia, cross al centro o tiro dell’ala, senza però riuscire a trovare la via del gol. Si va così al cooling breaks. Appena finita la pausa Wanyama e Piette recuperano palla a centrocampo, con quest’ultimo che lancia Brault-Guillard in contropiede. L’esterno  avanza palla al piede e dai 30 metri lascia partire il destro. Deviazione di schiena di un difensore, con il portiere che rimane immobile, la palla colpisce la traversa e si insacca in rete. Raddoppio Montreal al 42’! Fino all’intervallo succede poco, il primo tempo finisce con un corner di Nashville, facilmente bloccato in presa alta da Diop. Si rientra quindi negli spogliatoi con il risultato di 2-0 a favore del team di Joey Saputo. 

Inizia il secondo tempo e Montreal entra in campo subito aggressiva. Mihailovic trova l’imbucata centrale per Quioto che scatta in posizione regolare e si trova a tu per tu con il portiere. L’honduregno prova a piazzarla di interno piede, mancando però di poco lo specchio della porta. 

Al 50’ occasione per Nashville scambio sulla fascia, cross al centro verso Cadiz che viene però anticipato da Miller che di testa mette la palla sul fondo. Dal corner nessun pericolo per Montreal. Al 54’ Nashville accorcia le distanza. Lancio lungo sulla fascia per Leal, che sterza e crossa al centro, la palla questa volta trova Cadiz al centro dell’area che sovrasta Miller e segna la rete dell’1-2Nashville inizia a prendere fiducia e pochi minuti dopo, con un cross fotocopia a quello del gol, spaventa Diop. Il colpo di testa di Cadiz questa volta però è alto sulla traversa. 

Al 61’ primo cambio per Montréal, esce l’autore del gol del vantaggio Tote, un po’ appannato nella ripresa, al suo posto dentro il fantasista Hurtado. Pochi attimi dopo Nashville chiede un rigore per fallo di mano di Wanyama, su una conclusione da dentro l’area di McCarty. Il braccio del keniota però è attaccato al corpo e l’arbitro lascia proseguire. 

La partita nel secondo tempo è più tesa ed i cartellini gialli iniziano a fioccare. Nei primi 20 minuti sono 2 quelli mostrati ai padroni di casa, 1 quello mostrato a Montreal, per la precisione a Struna, ammonito mentre era in pressione alta all’altezza del centrocampo. Le squadre iniziano ad allungarsi e le occasioni aumentano su entrambi i lati, per i canadesi è la coppia Mihajlovic-Hurtado ad illuminare, mettendo in seria apprensione la difesa avversaria. Sul lato difensivo Montreal soffre, ma riesce in qualche modo a cavarsela, spazzando via i lanci lunghi dei giocatori di Nashville. Questo fino al 77’, quando un rimpallo dopo un cross fa arrivare il pallone sui piedi di Mukhtar che da dentro l’area non sbaglia e, calciando sul primo palo, trova il gol del pareggio, è 2-2.

Nashville continua ad attaccare, Montreal non riesce ad organizzarsi, prima Diop devia in corner una gran botta da fuori, dal calcio d’angolo dopo è solo il palo a salvare Diop. Nancy cerca di dare più solidità difensiva alla sua squadra ed inserisce Bassong e Sejdic al posto di Piette e Kizza. 

Negli ultimi 10 minuti le occasioni scarseggiano, Montreal ha più paura di perdere, che voglia di vincere, e cerca soltanto di attaccare in contropiede. Nashville allo stesso tempo fa fatica a trovare gli spazi, con Montreal che difende con  8 giocatori negli ultimi 30 metri.  Nelle poche occasioni in cui i canadesi riescano a salire, le azioni passano dai piedi di Mihailovic che però non riesce a trovare l’intuizione giusta. La partita finisce 2 a 2, con Montreal che porta a casa un prezioso pareggio, fista la superiorità messa in campo da Nashville nella ripresa. Testa ora al match di sabato prossimo, contro i campioni uscenti di Columbus Crew. 

 

Ultima modifica il Lunedì, 26 Aprile 2021 11:51
Nicolò Leva

Appassionato di sport, dal calcio al football americano, dal tennis ai motori. Da buon laureato in economia cerco e racconto i numeri che si nascondono dietro ogni avvenimento.