CF Montreal - I canadesi si salvano in 10. Binks pronto per Bologna, Lappalainen agli Europei CF Montreal - Twitter

CF Montreal - I canadesi si salvano in 10. Binks pronto per Bologna, Lappalainen agli Europei

Scritto da  Giu 24, 2021

Dopo quasi un mese di assenza, anche a causa della pausa internazionale, torna a giocare il CF Montreal di Joey Saputo. L’avversario della nona giornata sono i DC United, che con 12 punti siedono comodamente nella zona playoff.

A causa delle assenze di alcuni giocatori, come Lappalainen e Quioto, ancora impegnati con le rispettive nazionali, coach Nancy deve riadattare la sua formazione di partenza.

In difesa cambia poco, a proteggere i pali troviamo Diop, davanti a lui, nella difesa a 3 confermati Aljaz Struna e Camacho. Ill terzo posto, quello di sinistra è vinto da Bassong che vince il ballottaggio con Kamal Miller. Escluso dai convocati Luis Binks, ormai pronto per approdare a Bologna. In mediana i due titolarissimi Wanyama e Piette. Sulle fasce a sinistra, grazie all’assenza di Lassi Lappalainen, troviamo Kizza, a destra c’è invece Brault-Guillard.  In attacco Hamdi e Mihailovic giocano sulla trequarti, alle spalle dell’unica punta Bjørn Johnsen.

La prima vera occasione del match e per la squadra di Washington DC, inserimento di Perez, controllo di testa che manda in crisi sia Struna che Bassong e conclusione in diagonale da dentro l’area. Diop c’è e respinge. Pochi  minuti dopo è ancora Perez a provarci. La sua conclusione, a culminare un contropiede, è alzata sopra la traversa da un attento Diop. Male in questi primi 20 minuti la difesa di Montreal, lenta in Montreal. 

La prima occasione per Montreal nasce da una punizione, spizzata da Johnsen, nessun problema per il portiere dei DC United, che blocca facilmente. La partita cambia drasticamente pochi attimi prima dell’intervallo, tocco di mano di Bassong, giallo, era il secondo, e cartellino rosso per il difensore centrale. Il primo tempo finisce così con Montreal in 10.

Il secondo tempo inizia con DC in forte spinta. Nel primo quarto dopo della ripresa sono due le occasioni colossali sprecate dagli ospiti. Prima con Paredes che servito al centro dell’area colpisce malissimo il pallone, senza creare problemi, poi con Arriola che solo davanti a Diop calcia di prima intenzione, quando avrebbe potuto controllare, trovando però l’intervento di Diop che era stato velocissimo a lanciarsi sul secondo palo.  Montreal ha un ottima occasione per passare in vantaggio al 67’, scambio sulla fascia tra Wanyama e Mihailovic che va al tiro, conclusione dal limite dell’area che sfiora il palo lontano e finisce sul fondo.

Montreal si chiude in difesa, DC prova a cambiare rapidamente fascia di gioca per aprire la difesa dei canadesi, ma Prima Diop e poi Wanyama bloccano due conclusioni della squadra della Capitale statunitense. All’85’ DC ci prova anche da corner ma Diop trova l’ennesima parata. Prima della fine sono due le situazioni rischiose per Montreal, entrabe da colpi di testa, se il primo, una spizzata, finisce sul fondo, il secondo tentativo è più rischioso, andando a colpire la parte superiore della traversa.

L’incontro termina così, Montreal, pur giocando tutto il secondo tempo in 10 uomini riesce a mantenere la porta inviolata, portando a casa un prezioso punto. Se i canadesi, dopo l’avvio incerto, ritrovano certezze in difesa, lo stesso non si può dire dell’attacco. Troppo statico Johnsen, sostituito infatti dopo il 50’ da Toye. Si è fatta sentire senza dubbio l’assenza di due giocatori veloci come Lappalainen e Quioto, che con le loro scorribande offensive avrebbero senz’altro creato problemi maggiori alla difesa avversaria. 

Montreal ora è nona in classifica a 12 punti, l’occasione del riscatto arriva subito, nella notte tra sabato e domenica, quando i canadesi affronteranno Nasville.




Nicolò Leva

Appassionato di sport, dal calcio al football americano, dal tennis ai motori. Da buon laureato in economia cerco e racconto i numeri che si nascondono dietro ogni avvenimento.