Stadio Dall'Ara Stadio Dall'Ara

European Nations League - Al Dall'Ara la Giovane Italia di Mancini ferma sull'1 a 1 la Germania

Scritto da  Giu 04, 2022

 

 

Italia Germania è da sempre un evento sportivo che va oltre la semplice partita di calcio: nella storia delle due nazionali si contano ben 35 incontri, all'interno dei quali, nella storia dei mondiali, ricordiamo almeno due semifinali e una finale che ci hanno sempre visti vincenti (1970, 1982 e 2006).

 
 Ma oggi, al Dall'Ara, si gioca per la Uefa Nations League, una sorta di torneo continentale di secondo livello, rispetto ai Campionati Europei di Calcio vinti l'anno scorso dagli azzurri a Wembley. 
Stasera, sul terreno del catino bolognese, si presentano   un'Italia sperimentale, che Mancini ha ricostruito, dopo aver ringraziato e congedato i Campioni d'Europa (salvo un paio di superstiti come Donnarumma e Bastoni) da una parte  e una Germania formato Bayern (almeno sei undicesimi dei titolari provengono dalla squadra bavarese) dall'altra.
La cronaca del primo tempo vive di qualche sussulto e rare occasioni: al 14simo è la Germania a rendersi pericolosa tedesca, con un veloce slalom di Gnabry in area azzurra e una conclusione che meritava miglior sorte.
Al 25simo invece è Muller che, da buona posizione, spare alto sulla traversa di Donnarumma.
L'Italia inizia a crescere e prendere fiducia, con buone trame a centrocampo, dove un Pellegrini ispirato e un Tonali che sviluppa entrambe le fasi sulla mediana, inizinao a prendere per mano la loro squadra e a condurla. Ma siamo agli inizi di un percorso lungo e complesso, anche se l'Italia di Mancini si fa viva dalle parti di Neuer al 34esimo, dove prima Frattesi, a lato di poco, e poi Scamacca che centra il palo alla destra di portiere tedesco, danno spettacolo per i tifosi presenti sugli spalti.
Dall'altra parte, invece, ancora Gnabry spreca un'autentica palla gol, dopo un'azione insistita in piena area azzurra.
Il secondo tempo inizia con gli azzurri che attaccano sotto la curva Andrea Costa: e dopo due minuti è Scamacca che colpisce debolmente di testa di fronte a Neuer e manda a lato. E' un'Italia che costruisce e gira la palla velocemente, supporta con gli esterni (soprattutto Politano) le azioni di attacco, per Scamacca e Pellegrini che continua a giocare una partita molto interessante. Grinta e determinazione, per un secondo tempo giocato assolutamente alla pari dagli azzurri e un Mancini assolutamente soddisfatto della prestazione dei suoi ragazzi.
Al 60esimo, dopo un intervento poco ortodosso su Politano, si accende una mini rissa a centrocampo, subito sedata dall'arbitro Jovanovic, che estrae due gialli, uno dei quali  in direzione di Florenzi.
Al 63esimo esce Politano ed entra Gnonto, 2003, prodotto del vivaio dell'Inter, un giovanissimo di cui si tessono grandi lodi.
Ed è Gnonto, al 70esimo, che confeziona un assist d'oro per Pellegrini che solo davanti alla porta infila Neuer. Italia 1 Germania 0. Pochi giri di lancette ed è la Germania che pareggia con Kimmich, in percussione nell'area azzurra.
La partita termina qui, con Mancini che si prende la soddisfazione di far esordire anche Cancellieri e Pobega, segnalando ai milioni di commissari tecnici italiani di non aver assolutamente paura nel far esordire i giovani talenti.
Prossimo impegno di Nations League contro l'Ungheria, al DIno Manuzzi di Cesena, Ungheria che oggi si è tolta la soddisfazione di battere l'inghilterra per 1 a 0.

 

Ultima modifica il Sabato, 04 Giugno 2022 23:02
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"