Stampa questa pagina

Il punto sulla Serie A – Si infiamma la lotta per l'Europa: cinque squadre in sette punti. Bene Lazio e Roma, furia Napoli – 23 mar

Scritto da  Mar 23, 2015

Se da ormai qualche giornata il campionato ha smesso di regalarci emozioni per il discorso scudetto, non si può dire lo stesso per la lotta ad un posto in Europa. A dieci giornate dal termine è ancora tutto in discussione e la conferma arriva proprio dalla classifica che recita così: Juventus 67 Roma 53 Lazio 52 Sampdoria 48 Napoli 47 Fiorentina 46 . Dal secondo posto al sesto ci sono cinque squadre raccolte in sette punti, tutte alla caccia di un posto in Champions League, perché arrivati a quel punto non ci si può accontentare dell'Europa League. La Juventus ormai fa un campionato a parte e sta correndo dritta verso lo scudetto. Contro il Genoa sono arrivati altri tre punti conquistati con il minimo sforzo: un 1-0 firmato dal solito Tevez, che nella ripresa si concede pure il “lusso” di sbagliare un rigore (bravo Lamanna, subentrato a Perin, ad neutralizzare il tiro dell'argentino). Per la certezza del tricolore manca solo la matematica, ancora cinque vittorie e i bianconeri potranno festeggiare il primo scudetto targato Allegri, il quarto consecutivo per la squadra. Torna alla vittoria anche la Roma, che grazie all'1-0 contro il Cesena respinge l'assalto al secondo posto della Lazio. La squadra di Rudi Garcia, seppur con qualche fatica, riesce ad espugnare l'Orogel Stadium con un goal di Daniele De Rossi. Proprio “Capitan futuro”dà un calcio alla crisi dei giallorossi e prova a far tornare un po' di serenità intorno alla Roma. Vincere ieri era fondamentale per non scivolare alle spalle di una Lazio che non vuole smettere di stupire. I biancocelesti, infatti, trascinati ancora una volta da uno strepitoso Felipe Anderson, si sbarazzano del Verona con secco 2-0. La squadra di Pioli dimostra di giocare forse il più bel calcio della Serie A, caratterizzato non solo da una grande fantasia in attacco con Candreva, Mauri e Felipe Anderson, ma anche da un'efficace solidità difensiva. Contro il Verona è arrivata la sesta vittoria consecutiva, i tifosi sognano un posto in Champions e il sorpasso sui cugini della Roma.

Brutta frenata per il Napoli. Gli uomini di Benitez non riescono ad andare oltre l'1-1 in casa contro l'Atalanta, rimasta in dieci dalla metà del secondo tempo. Grandi proteste a fine partita da parte dei partenopei che, con un tweet apparso sul profilo ufficiale della società, parlano di “campionato falsato”. Oggetto della discordia l'arbitraggio condotto da Calvarese, reo di non aver visto un netto fallo su Henrique in occasione del goal del vantaggio di Pinilla. Momento delicato, dunque, in casa Napoli, confermato anche dalla prima espulsione in carriera per Rafa Benitez, dopo circa 600 partite. La Champions ora è a rischio. E dopo la sosta c'è Roma-Napoli. Se i partenopei ora si trovano al quinto posto in classifica e anche merito della Sampdoria del presidente Massimo Ferrero. I blucerchiati hanno steso l'Inter con un super goal su punizione di Eder, che ha permesso alla squadra di Mihajlovic di conquistare tre punti fondamentali e compiere il sorpasso sul Napoli. Bella prova comunque dei neroazzurri di Roberto Mancini, che per lunghi tratti del match hanno dato la sensazione di poter andare in vantaggio. “Questo è il calcio” ha commentato il tecnico di Iesi. Ora però l'Europa è davvero lontana. Frena anche la Fiorentina che, nonostante la doppietta di Mario Gomez a inizio ripresa, non è andata oltre il 2-2 al Friuli contro l'Udinese. Ha salvato la sua panchina, invece, Filippo Inzaghi grazie al successo per 3-1 del Milan sul Cagliari. A trascinare i rossoneri ci ha pensato il solito Menez con una doppietta. 3 punti che alimentano una piccola speranza di raggiungere un posto in Europa League, ad oggi 8 punti.

 

In zona salvezza situazione sostanzialmente invariata. Tra le ultime quattro solo l'Atalanta col pareggio al San Paolo ha fatto un piccolo passo avanti visto che sia il Cesena che il Cagliari hanno perso. Empoli e Chievo Verona, rispettivamente vittoriosi contro Palermo e Sassuolo, possono ormai dirsi fuori da una corsa salvezza che col Parma già retrocesso vivrà delle gesta di sole tre squadre.  

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 20:35