Il punto sulla Serie A – Roma e Juventus sono già in fuga. Passo indietro per le milanesi, Napoli in crisi – 22 set

Scritto da  Set 22, 2014

Roma e Juventus dove eravamo rimasti? Iniziare con questa domanda l'editoriale era pressochè scontato se si da uno sguardo alla classifica di queste prime tre giornate di campionato e si fa un confronto con la classifica della stagione passata. La lotta per lo scudetto è un affare a due: la Juve chiama e la Roma risponde ed eccole lì in testa alla classifica appaiate a nove punti. Rispetto all'anno scorso però ci sono delle differenze. I bianconeri in panchina non hanno più Antonio Conte, da tutti considerato un condottiero imprescindibile per la Juventus, un vero punto di forza. Eppure Massimiliano Allegri non sta facendo affatto male: 4 partite, 4 vittorie (3 in campionato e una in Champions League), 0 goal subiti e 6 goal segnati. Anche la Roma però non scherza. Dopo una campagna acquisti che ha permesso di ridurre il gap con la Juventus, la squadra di Rudi Garcia in campionato ha ottenuto 3 vittorie su 3, segnando 5 goal e subendone 0. Si prospetta dunque un bel duello, in attesa di vedere se le milanesi o il Napoli riescono a riprendere la marcia e raggiungere le due regine del campionato in vetta alla classifica.

 

Proprio le milanesi fino allo scorso weekend sembravano aver iniziato bene questa stagione, dopo annate passate a soffrire. In questo turno, però, c'è stata una battuta di arresto. Il nuovo Milan di Filippo Inzaghi si è dovuto arrendere proprio alla Juventus. I rossoneri hanno giocato una buona gara, ma grazie ad un goal di Tevez i bianconeri hanno avuto la meglio. Il Milan comunque ha intrapreso la strada giusta. Inzaghi sta dando un'identità alla squadra, un gioco e alla lunga i risultati arriveranno. Ora il calendario presenta sulla carte tre partite “facili” con Empoli, Cesena e Chievo con la possibilità di fare filotto e di rimanere nelle posizioni alte della classifica. Diverso il discorso che riguarda l'Inter. La squadra di Walter Mazzarri, dopo la bella prova disputata la scorsa domenica contro il Sassuolo, con il Palermo era di fronte alla prova del nove. I neroazzurri sono subito passati in svantaggio per un errore madornale dell'esperto di Vidic, ma grazie a Kovacic sul finire del primo tempo sono riusciti ad acciuffare il pareggio. C'è ancora tanto da lavorare per arrivare a competere con Roma e Juventus, ma questo si sapeva anche prima della trasferta di Palermo. Il punto alla fine ha accontentato tutte e due le squadre, visto l'andamento della partita. Fuori dai cancelli di Appiano Gentile e Milanello campeggia un cartello con la scritta: Work in progress.

 

La prima sorpresa di questo campionato arriva però dal Napoli. La squadra di Rafa Benitez è già in piena crisi dopo appena tre punti in queste tre giornate di campionato. L'eliminazione ai preliminari di Champions League ha lasciato un solco profondo tra i partenopei che sembrano incapaci di reagire. Di certo nella sconfitta di ieri contro l'Udinese per 1-0 hanno fatto discutere le scelte di Benitez, che ha deciso di mandare in campo molte seconde linee, lasciando in panchina gente del calibro di Hamsik, Callejon ed Inler. Forse lo spagnolo ha voluto mandare un segnale alla società che il mercato fatto in estate non è stato all'altezza delle aspettative dei tifosi e della società stessa che come obiettivo si è prefissata lo scudetto. Il mercato però è finito e non c'è il tempo per piangersi addosso, visto che mercoledì si torna in campo ed un altro risultato negativo potrebbe costare caro al tecnico Rafa Benitez.

 

Chi invece sta continuando a sorprendere in positivo è il Verona di Mandorlini. La squadra scaligera nonostante la partenza di Iturbe in attacco, si ritrova seconda in classifica con 7 punti alle spalle di Roma e Juventus. Molto importante è stata la vittoria di ieri sera ai danni del Torino, che al contrario sta un po' deludendo le aspettative. Gli uomini di Ventura sono ultimi in classifica con un solo punto conquistato. Ma quello che preoccupa di più sono i goal che non arrivano. Nella giornata di ieri è arrivata anche la prima vittoria per la Fiorentina, che grazie ad un goal del neo arrivato Kurtic ha espugnato il campo dell'Atalanta. Vittoria allo scadere anche per il Genoa che sconfigge di misura una buona Lazio. Pareggiano le due neopromosse Cesena ed Empoli. Sorride invece il Parma che supera il Chievo 3-2 grazie ad una doppietta di Cassano. 0-0 tra Sampdoria e Sassuolo.  

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:22