Alé Bulåggna! - La prémma l’é di tûṡ - 7 mar

Scritto da  Mar 07, 2014

 

 

Finalmente si sta approssimando la rivincita della partita dello scorso ottobre quando ritornammo da Reggio Emilia come si suol dire col tråmmb int al sâc, oltre che mói cunpâgna di pipién.

Nonostante che molte voci inducano alla prudenza, cionondimeno noi ci sentiamo pervasi da un certo ottimismo. Tant par cminzipièr, ed in questo anche Igor ci darebbe ragione, difficilmente potrebbe andare peggio dell’altra volta, visto che le previsioni danno unanimenmente una domenica soleggiata.

Altro segno positivo è che con questa affronteremo i neroverdi per la seconda volta in assoluto, e siccome la prima sappiamo come è andata a finire, come non ricordare il detto, che tante volte abbiamo sentito nelle osterie fra giocatori di carte: la prémma l’é di ṡ, è dei bambini, la secånnda di virtuûṡ.

A chi predica prudenza ammonendo che l’importante è non perdere, ricordiamo poi quali bei risultati sono seguiti, ad esempio, al pareggio casalingo col Chievo: meglio darci dentro subito piuttosto che aspettare altre ultime spiagge più balneabili: l’é méi una viżégglia che una quaraima, visto che siamo anche in stagione.

Perdonateci dunque se rischiamo di essere in errore con la speranza di uscire domenica pomeriggio dal Dall’Ara col sorriso sulle labbra. Come nella bella stampa del Mitelli che accompagna queste righe, se ci inganniamo è senz’altro per fede, fede incrollabile nel nostro grande Bologna.

Alé Bulåggna !!!    

                                                                               7 ed mèrz 2014

Gallo

 

Ultima modifica il Mercoledì, 30 Agosto 2017 18:10