I Top e Flop di Italia vs Armenia (2 a 2) - 15 Ott

Scritto da  Stefano Brunetti Ott 15, 2013

TOP

 

Florenzi: il talento della Roma conferma le ottime impressioni fin qui destate in questo primo straordinario scorcio di stagione: corre come un treno per tutta la partita, aiuta i compagni e, soprattutto, segna con la stessa frequenza di un centravanti di razza. Con il goal di stasera, quello del pareggio, porta a cinque le reti stagionali,  dopo solo otto partite: una media mostruosa, per un giocatore che rimane pur sempre sulla carta un centrocampista ( seppur con la licenza di attaccare). Continuando così, andare al mondiale in Brasile nel giugno prossimo sarà tutt’altro che una chimera: potrebbe essere l’anno della sua definitiva consacrazione. SOTTOVALUTATO voto 7

 

Balotelli: si conferma sempre di più croce e delizia di questa nazionale: al centro, tanto per cambiare, di varie polemiche tanto inutili quanto sterili nel pre-partita ( riesce sempre, senza eccezioni, ad attirarle su di sé in un modo o nell’altro), unico ed inarrestabile invece in mezzo al campo. Entra nella ripresa e dà all’attacco azzurro un brio ed una vivacità prima assenti. Segna il goal del secondo pareggio, quello del 2-2 con un movimento classico dei suoi: batte il portiere in uscita dimostrando la solita freddezza. Sfiora anche la doppietta personale ( goal annullato per evidente fallo): insomma, dimostra ancora una volta di avere a disposizione un potenziale a dir poco devastante. E’lui la stella di questa nazionale: dovrebbe solo imparare ad evitare le trappole tese dai giornalisti e rispondere solo sul campo, tenendo la bocca chiusa. ESPLOSIVO voto 7

Insigne: gioca nel suo stadio ed all’inizio sente per buona parte del primo tempo l’ovvia ed inevitabile emozione: superata la fase critica, comincia a scaldarsi e prende a poco a poco in mano la nazionale. Cerca il goal disperatamente, ma invano: ottimi comunque alcuni suoi spunti per i compagni. Può trovare senza problemi un posto tra i 23, soprattutto se riuscirà a ritagliarsi un ruolo da protagonista nel suo Napoli. E’ senza dubbio uno dei talenti più promettenti del panorama calcistico italiano IN CRESCITA voto 6,5

 

FLOP

Osvaldo: dopo la splendida rete realizzata in rete danese, cercava la conferma, partendo ancora dal primo minuto. Stavolta però è andata male: l’ex Bologna spreca infatti diverse ghiotte palle goal, non riuscendo a pungere ed a lasciare il suo segno. Serata storta per l’italo-argentino,  fuori dal gioco della squadra e mai in palla: esce ad inizio ripresa dopo aver evidentemente fatto perder le staffe a Prandelli, pentitosi forse di avergli dato fiducia. Rimane comunque uno degli elementi più validi per il reparto offensivo in ottica mondiale: dopo Balotelli, nelle gerarchie, c’è lui. Con le qualità tecniche che si ritrova, però, dal piede del Pablo ci si aspetta sempre  qualcosa in più DELUDENTE voto 5

Il centrocampo: l’inizio è scioccante, Pirlo e compagni non riescono a tenere un pallone, regalandolo sistematicamente agli avversari, che alla prima occasione lasciano il segno. Il seguito non è di certo entusiasmante: benino il regista juventino, ma non di certo ai livelli a cui siamo abituati, molto male il tandem Montolivo-Aquilani, in particolare quest’ultimo, mai veramente entrato in partita. Stasera si è capito definitivamente il motivo per cui De Rossi e Marchisio rimangono intoccabili nella formazione ideale di Prandelli FRAGILE voto 4,5

I centrali: un disastro, un vero disastro: bocciatura senza alibi per la coppia centrale Bonucci-Astori, umiliati dall’attacco armeno, non certo uno dei reparti offensivi più temuti d’Europa. Partono male, regalando agli avversari il vantaggio e chiudono peggio, facendo subire all’incolpevole ( parzialmente) Marchetti la seconda rete. Urgono Barzagli e Chiellini: perché se la difesa è questa, al Mondiale, è meglio non presentarsi. Difesa assolutamente da rivedere FLOP voto 4

 

 

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 22:42