×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 75

EL CHURRY JONATHAN CRISTALDO Il nuovo attaccante del Bologna FC 1909

Scritto da  Set 03, 2013

Jonathan Ezequiel Cristaldo nasce a Ingeniero Budge ( località che dista pochi chilometri da Buenos Aires) il  5 Marzo 1989 .

 I suoi primissimi calci iniziano nei campetti sotto casa e nella squadra del rione. Passa poco tempo e le sue doti colpiscono immediatamente gli osservatori del Velez, che lo portano, all’ età di 13 anni , nei campi del settore giovanile a Lieners nei sobborghi di Buenos Aires. Da qua Jonathan fa tutta la trafila delle selzioni U15 e U17 fino all’esordio in prima squadra nel 2007, match di Clausura che il Velez gioca, perdendo 2 0, a Rosario contro il Central. Dal 2008 è in pianta stabile con la prima squadra dove trova 2 conoscenze del nostro calcio, Ricky Alvarez(classe 88-Inter) e Maxi Moralez(classe 87-Atalanta), più un altro nome che lo scorso anno fu vicino a vestire la maglia del Bologna ovvero Joaquin Larrivey, che fino alla scorsa stagione era a Cagliari.

In questo campionato il  giovane Cristaldo indossa la maglia numero 21 e, tra il campionato di Apertura e di Clausura, mette in evidenza numeri importanti come 9 goal e una percentuale realizzativa del 37% delle palle giocate, chiudendo l’intera stagione come 11° miglior marcatore del campionato Argentino e vincendo il campionato di Clausura. La stagione successiva non è fortunatissima, anche perché Jonathan è vittima di qualche infortunio che lo obbliga a soste frequenti ma comunque riesce a mettere a segno 7 goal.

 

La stagione 2010-2011 è la consacrazione per Jonathan Cristaldo. Nel campionato di Apertura mette a segno una tripletta, una doppietta oltre ad altre 4 reti che lo rendono , assieme a Ricky Alvarez e al difensore Tobia,  l'oggetto del desiderio di molti club Europei. A differenza di Ricky, Jonathan saluta l ‘Argentina nel mercato del Gennaio 2011 accettando l'offerta del Metalist che versa nelle casse del Velez 6mln di €.   Inizia ora l'avventura Europea di Jonathan Cristaldo..

Alla corte di Mr Markovich il giovane argentino ci mette poco a dimostrare il suo valore e confermare le sue doti di goleador: infatti nel girone di ritorno mette a segno una tripletta e altri 3 goal più una rete in Europa League. Confermatissimo nella stagione successiva, dove non abbandona la sua maglia numero 21, Cristaldo si diverte e fa divertire i suoi tifosi con 15 goal tra campionato ed Europa League, senza perdere il vizio delle doppiette infatti ne realizza 2 in campionato ed 1 in Europa.

Nella Stagione 2012-2013 qualcosa non va nella formazione del Metalist, il Churry non brilla come negli anni passati e alla fine sono solo 9 i goal messi a segno. Il Metalist non si qualifica per le competizioni Europee, quindi da clausola contrattuale, si aprono le porte del mercato per lui. Così il 1° settembre 2013 il Bologna ufficializza l'arrivo a titolo temporaneo con diritto di riscatto fissato a 5mln.

JONATHAN CRISTALDO è un attaccante dalle ottime caratteristiche. Velocità e rapidità sono i suoi punti di forza. Con i suoi 178 cm per 70kg è un giocatore do movimento che non da mai punti di riferimento all avversario, ama essere unico finalizzatore della manovra offensiva( a me ha sempre ricordato molto Di Vaio) , ha quasi sempre giocato come unica punta  ma questo non deve indurre a conclusioni affrettate o negative per il modulo di Mr Pioli e, sopratuto,  per la convivenza con Rolando Bianchi. Jonathan è un elemento molto dotato tecnicamente, certo, rapace d area di rigore che sa prendere spazio e tempo agli avversari, ma come detto primo, proprio grazie alle sue importanti doti, può essere benissimo impiegato anche come seconda punta purchè abbia la suo fianco un attaccante di stazza che sappia aprire spazi e varchi nelle difese avversarie. Il suo piede preferito è il destro ma in questi anni gli abbiamo visto fari grandi cose anche con il mancino. Molto forte atleticamente e questo è un elemento importante per il gioco di Pioli perché come abbiamo visto spesso nelle stagioni passate, il Bologna gioca molto sulle ripartenze e qua “el Churry” può essere fondamentale.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 22:51