RS-STADIO: Pioli e la formazione (quasi) obbligata -31 Ago-

Scritto da  Ago 31, 2013

Con ancora due centrali difensivi fuori per infortunio, Mantovani arrivato da un giorno, Crespo e Radakovic non ritenuti pronti ed Abero in partenza per Avellino, la linea difensiva del Bologna pare già scritta anche per questa partita e vede riconfermati gioco forza i quattro che hanno giocato al San Paolo, settimana scorsa. Morleo infatti non ha recuperato e si spera di averlo pronto per la ripresa del campionato dopo la sosta, intanto Cech ha una settimana di lavoro in più e quindi potrebbe dare ancora di più di quanto dato a Napoli. Ecco quindi che con Curci confermato in porta, anche Garics, Natali, Antonsson e Cech saranno sicuramente schierati in campo.

Il cambio di modulo si è reso necessario per la pochezza del Bologna in fase offensiva, e visto che Alibec e Lazaros non sembrano ancora al top e che Acquafresca è perennemente con la valigia in mano, il recuperato Bianchi non potrà non avere al proprio fianco Moscardelli, visto e considerato che rimangono gli unici attaccanti e che è ormai certo che Pioli opterà per un 4-3-1-2.

E neanche a centrocampo, Pioli non ha troppe scelte. Ovvia la presenza nei tre di Kone, che si può adattare a quel ruolo, così come Della Rocca che a Bologna proprio in un centrocampo a tre vide la sua migliore stagione. Unico dubbio per Mister Pioli è il terzo centrocampista, quello centrale: Perez o Khrin? Nell'articolo di Stadio a firma Beneforti si parla di come Perez sia stato provato coi titolari, ma di come questo non voglia per forza dire che sarà lui a giocare.

Per noi la scelta dovrebbe ricadere sull'uruguaiano per un miglior bilanciamento della formazione. Se è vero che con tre centrocampisti dovremmo essere più coperti, è anche vero che non si può decidere di giocare a due punte e poi chiedere a Moscardelli di rientrare come se fosse un centrocampista del 4-2-3-1. Ecco che quindi lasciando libertà a Kone di inserirsi, ed avendo già davanti Diamanti, Moscardelli e Bianchi, potrebbe essere meglio per il bilanciamento della formazione avere in campo "el Ruso" piuttosto che Krhin, più bravo nel palleggio, ma più leggero in copertura.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 22:52
Redazione 1000CuoriRossoblu

Se vuoi entrare nella Redazione di www.1000CuoriRossoblu.it contattaci all'indirizzo e-mail 1000cuorirossoblu@gmail.com