Il Pagellone di fine stagione del Petisso

Scritto da  Petisso Lug 17, 2013

Tempo di mare, tempo di ritiro, entusiasmo per la nuova stagione e per i roboanti acquisti rossoblù che stanno allegramente trottando sulle verdi pendici di Andalo.

Ma facciamo un passetto indietro ed andiamo a ricordarceli quando sgroppavano sulla piana del Dall’Ara, e, visto che ci siam salvati, che siamo tutti felici e contenti (anche perché sembra che quest anno non producano più i pupazzi di BalanzOne) anziché i voti, diamo solo un breve giudizio ed un soprannome ad ogni giocatore, come succedeva in cortile, da bambini. Tutti promossi (o quasi).

 

Portieri:

Curci Tanto prezioso quanto fragile. Swarovski

Agliardi Sembra in forma, invece no . Ipocondriaco

Stojanovic In 4 partite, 9 gol subiti. Affidabile

 

Difensori:

Abero Vedi centrocampisti

Antonsson  Ostenta sicurezza anche nelle vaccate. Coriaceo

Cherubin Mette di buon umore anche guardando la sua figurina. Simpatico

De Carvalho In tanti si chiedono come possa giocare a calcio. Superquark

Garics In campo mette la stessa fantasia di un geometra del catasto. Però con meno precisione. Righello Smussato.

Morleo Sembra che sia ovunque invece è sempre lì. Duracell

Motta Vedi Abero

Naldo Calciatore molto promettente, speriamo lontano da Bologna. Assegno Cabrio

Natali Una colonna, una garanzia, una presenza fondamentale. Dell’ Isokinetic. Puzzle

Sorensen Il fisico, la bellezza, la folta chioma bionda distoglie gli osservatori dal notare i suoi diversi errori, spesso tramutatisi in gol avversari.  Specchio delle mie brame

Centrocampisti:

Abero Vedi altro.

Lazaros Dà sempre l’impressione di essere lì per caso, però con quel gol ai viola gli si concede di tutto. Fino a quando ? Miracolato

Guarente Lui, invece, dà l’impressione di essere lì per caso e basta. Spaesato

Kone L’uomo del caos ha trovato la sua dimensione e a suon di gol ha conquistato anche i più scettici. Cavallo Pazzo

Krhin Col fatto che quest’anno giocherà titolare, sarà testimonial di una nota marca di calzature che ha già pronta la scarpa personalizzata per lui ed il relativo slogan. Si tratta della famosa pantofola De Fonseca “in campo come a casa”. Dinamico

Motta Vedi Abero

Pasquato Il Giovinco dei poveri illude ma non incanta. Mezzovuoto

Pazienza Utile come un cerotto in un albero. Motivato

Perez Non gioca molto ma quando gioca si sente. E ci mancherà, tanto. Lacrima sul viso

Riverola Vedi Abero

Taider Combattivo, grintoso, battagliero, aggressivo, soprattutto col suo parrucchiere. L’Oreal

 

Attaccanti:

Diamanti A volte pecca di altruismo, a volte dovrebbe tirare un po’ più spesso in porta, soprattutto da calcio d’angolo, ma ad uno come lui si perdona di tutto. Speriamo rimanga a lungo, il nostro Diamantone. Varenne

Gabbiadini Mi riconosco molto in lui, anche io a scuola studiavo solo in prossimità dei compiti in classe, lui gioca solo quando necessario, poi campa di rendita. Scaltro

Paponi Vedi Abero

Gilardino Arrivato tra la diffidenza di tanti, va via tra il rammarico di tutti. Heartbreak Hotel

Moscardelli Già idolo in rete, è chiaramente a Bologna per perfezionare il suo personaggio e garantirsi un futuro nei reality. Ma intanto, godiamocelo. Sabadone

 

Staff tecnico e dirigenziale

Pioli Il suo modulo caos totale è ormai materia di studio a Coverciano, solo che il relatore è stato internato, ed è difficile trovare un supplente all’altezza. Queelo

Zanzi La testa più lucida del Bologna (cit.) Riflettore

Guaraldi Ogni tanto fornisce spiegazioni contradditorie, parafrasando un vecchio slogan pubblicitario, lui è “l’uomo al quale non devi chiedere. Mai”. Mined

 

Altro

(Contiene Abero, Motta, Paponi e Riverola)

Perdonatemi, io mi sono sforzato, innanzitutto ho provato a dare una collocazione a questi quattro personaggi, ma non sono riuscita a trovarla. Non capisco il ruolo. Abero e Motta sono centrocampisti o difensori ? Paponi e Riverola sono giocatori di calcio o attori inviati in incognito di Scherzi a Parte ?

E, inoltre, devo amaramente constatare che neanche la miglior penna comica potrebbe descrivere ironicamente questi personaggi meglio di quanto lo faccia la cruda realtà.

 

Buon Bologna a tutti, Petisso.

Ci si rivede per il pagellone di Andalone

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 23:00