Alé Bulåggna: Martin -19 Apr-

Scritto da  Apr 19, 2013

 

 

Martin

 

In una settimana come questa è difficile non pensare a quello che è successo a Boston.

Spesso si pensa che il bolognese sia adatto solo per battute salaci o comunque per dare vivacità a temi leggeri. Però noi sappiamo che una lingua popolare non può prescindere dall’affrontare situazioni serie e anche tragiche.

Allora vogliamo ricordare il piccolo Martin, ch’l é vulè stra i ànżel mentre era andato a vedere l’arrivo della corsa del suo papà, con una preghiera che leggiamo nella bella raccolta Uraziån al Sgnåur, ala Madòna, ai Sant.

E’ una preghiera per esorcizzare le paura del sonno e ci piace pensare che accompagni Martin nel suo viaggio.

 

Ô Geó, Iuèf e Marî,

fè che la mî pòra la vâga vî,

e se pròpi la n vôl andèr,

qué con mé stè a preghèr,

e in csé bôna cunpagnî

pian pianén la scâpa vî.

 

 

19 d avréll 2013

Gallo

 

Ultima modifica il Mercoledì, 30 Agosto 2017 18:25