RS - RdC - La cura del Capitano - 7 Gennaio

Scritto da  Redazione 1000cuori Gen 07, 2013

"Al primo tiro in porta ci hanno fatto goal, poi il secondo ci ha tagliato le gambe. Ma il Bologna ha combattuto e non meritava assolutamente la sconfitta". Cosí esordisce, nell'intervista di Gianmarco Marchini, Daniele Portanova, sottolineando il momento difficile della squadra.

"Noi non abbiamo paura" continua il Capitano "è inutile guardare la classifica ora, anche l'anno scorso ci è capitato di vivere periodi così, in cui i risultati non arrivavano. L'unica medicina per uscire da questa situazione è stare uniti, lavorare tanto e parlare poco".
Non è un Capitano arrabbiato il Nostro nei confronti dei suoi compagni, anzi il suo è proprio un tentativo, da leader, di difendere la squadra e il suo operato: "Abbiamo lottato su ogni pallone. Il risultato è negativo, ma la prestazione c'è stata. Anzi per molti tratti abbiamo dominato il Genoa e fino al primo goal non abbiamo concesso nulla; poi la seconda rete ci ha letteralmente ammazzato". I numeri dicono anche che la fase difensiva, nelle ultime partite, deve essere assolutamente perfezionate perchè la statistica che troppo spesso si incassano  due  goal a partita, ma soprattutto quella che latita è la fase offensiva, dove il problema del goal, a lungo andare, potrebbe realmente essere un fattore purtroppo determinante in negativo. "È vero, la gara dice che abbiamo fatto girare bene la palla, ma facciamo fatica a concretizzare. È solo un momento sfortunato. Contro il Genoa abbiamo creato tanto. Gilardino e gli altri attaccanti fanno sempre un gran lavoro".Infine la sua chiacchierata non poteva toccare l'argomento caldo del mercato: "Io sono contento dei miei compagni. Le domande di mercato vanno fatte all'allenatore e alla società . A 34 anni è un piacere avere estimatori. Ma io sono capitano del Bologna e qui sto molto bene. Voglio continuare con questa maglia".

Onestamente caro Daniele lo speriamo anche Noi.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 23:44