×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 44

Le pagelle del Petisso: Genoa-Bologna

Scritto da  Gen 07, 2013

Le pagelle "graffianti" del Petisso.

 

Premessa

Oggi è l’ultimo giorno di vacanza di mia figlia, lunedì torna a scuola, fa la seconda elementare. Le devo dare una mano a finire matematica, sono già le 14:00, ma prima di andare dai miei a vedere la partita dobbiamo risolvere questo problema:

Nello stagno ci sono 26 paperelle, 19 volano via, quante ne rimangono nell’acqua?

 Non è così semplice come sembra, bisogna disegnare 26 paperelle, colorarle, accoppiarle con altre 19, colorarle, e contare quante ne restano fuori, poi sviluppare il conteggio in colonna.

 Alle 14:55 sono davanti alla tv. Credo che le paperelle siano 7, ma non ne sono sicuro.

 

Pagelle:

 

Agliardi 6 incolpevole sui gol,  incolpevole sui cross senza pretese che prova a rendere più pericolosi con interventi svolazzanti e plastici senza senso, incolpevole sui rinvii, direi incolpevole col calcio in generale.

 

Garics 6 incolpevole sui gol, incolpevole nei contrasti, cerca gloria con qualche discesa velleitaria, e qualche timido, incolpevole, cross.

 

Sorensen 6  colpevole sul gol preso in mezzo da una bella triangolazione, ma buona prestazione per il resto. Sembra però arrabbiato perché la Juve a gennaio ha chiesto indietro tutti i suoi giocatori in prestito/comproprietà sparsi per il globo tranne lui, ma non è colpa sua.

 

Portanova 6 incolpevole sul gol perché nello schema difesa a 6 costruito da Pioli stava pressando il rinvio del portiere al posto di Gilardino che nel frattempo era andato sulla fascia a chiudere su Moretti, mentre Garics stava incolpevolmente raddoppiando a sinistra dove Morleo era in mezzo per scalare sull’uomo lasciato libero da Taider che sulla nostra trequarti chiamava il fuorigioco ma non si era accorto che l’avversario era tenuto in gioco da Krhin perché ancora impegnato a rialzarsi da un tackle di due azioni prima.

 

Cherubin 6 Simpatico

 

Guarente 7 ci da come se stesse giocando la partita della vita, gli esiti sono a volte buoni, a volte meno, però in lui ho rivisto lo stesso occhio della tigre di qualche tempo fa dell’indimenticato Mutarelli.

 

Taider 6 parte con tre compagni di reparto, finisce che ne ha solo uno, cerca invano di fianco facce amiche, invece vede sfilare difensori, esterni, centrali, punte, mezzepunte…. L’unico che gli è fedele è Guarente, quindi spesso decide di tirare da 35 metri senza senso, ma direi che non ne ha colpa.

 

Krhin 6 si piazza davanti alla difesa a 4, poi rimane davanti alla difesa quando passa a 5, ma, incolpevolemente, purtroppo non c’è più quando la difesa diventa a 6. Peccato, si trovava bene lì davanti, con la Frau, il telecomando, Guarente che gli porta le pantofole, il latte e menta, tant’è che quando un avversario cerca di entrare nell’angolino dell’area di rigore lo stende con un bel calcio…. Alla sua uscita ci pensa Diamanti (nello schema Teoria del Caos voluto da Pioli) a prendere il suo posto, ma gli esiti saranno peggiori. Incolpevole

 

Pasquato 6 parte a destra, poi in mezzo, poi a sinistra, poi sulla trequarti, poi si trova in panchina, incolpevolmente. Sinceramente mi ricorda questo gioco classico delle sale giochi al mare, lo vedi spuntare, poi, non fai in tempo a cercare di passargliela che è già sparito.

 

Kone 7 nello schema Total Chaos voluto da Pioli è il vero regista. Come impersonifica bene lui il casino totale, nessuno ci riesce. Lo interpreta talmente bene che esce in barella dopo aver commesso un fallo d’ammonizione. Supremo

 

Gilardino 6 sentivo dire che era carichissimo, la partita dell’ex, la voglia di dimostrare alla sua ex squadra il suo valore, la voglia di tornare al gol davanti ai suoi ex tifosi… purtroppo però non riesce a tradurre sul campo tutte queste motivazioni e a far gol alla sua ex squadra, il Bologna.

 

Morleo 6 si trova a fare incolpevolmente dopo mezzora l’esterno di attacco. Lui che è un terzino, anche un po’ tristo. Non ci credeva lui, figuriamoci gli avversari che lo hanno marcato stretto con la stessa intensità di un padre quando per la prima volta tira 2 calci al pallone con il proprio figlio di 3 anni.

 

Acquafresca 6 entra con la bava alla bocca e gli occhi rossi iniettati di sangue  come uno che vorrebbe spaccare il mondo SUBITO. Nel dopopartita spiegherà che Paponi prima di entrare gli aveva dato una Fisherman e poi che  aveva avuto un attacco di congiuntivite causato dagli acari che uscivano dalla Frau di Krhin, quindi, a capo chino,  si scusa con tutti per quello che è successo. Incolpevole

 

Diamanti 6 appena entra si mette di fianco a Gilardino, ma non gli arriva una palla. Dopo un po’ scala e va di fianco a Taider, ma anche lì non vede una palla. Quindi decide di mettersi al posto di Krhin, finalmente recupera la palla, ma quando arriva verso la porta è talmente stanco che incolpevolmente anziché far dei cross, fai dei ganci-cielo alla Jabbar.

 

Pioli 6 parte con un Bologna razionale, che tiene il campo e non concede nulla al Genoa. Poi si fa male Kone e da lì decide di rispolverare la sua celeberrima Teoria del Caos, sottovalutando però l’avversario che, nel caos, si trova veramente alla perfezione, meglio dei nostri che hanno nel frattempo perso il loro Guru, Kone. Incolpevole.

 

Banti 6 Mantiene una gara cattiva, accesa, spigolosa sui binari dell’assoluta correttezza usando pochissimo il cartellino, infatti considerando che si gioca in 11, cinque ammoniti e 1 espulso sono poco più di metà squadra. Però poteva andar peggio, anziché far l’arbitro poteva fare l’ausiliario della sosta al Comune di Bologna.

 

Guaraldi 6 Incolpevole, infatti allo stadio non c’era e si rivedrà solo l’11 gennaio. Ma ad un altro nostro Presidente un paio d’anni fa questo break non fu concesso, anzi pesantemente rinfacciato da soci, giornalisti e parte di tifosi….. Chi è il colpevole ?

 

Vabbè, archiviamo questa sconfitta che tutto sommato ci sta, in fondo di fronte avevamo una squadra in salute, che giocava con l’apporto totale del suo meraviglioso e compatto pubblico, non preoccupiamoci, alla fine abbiamo solo perso per la sesta volta nel girone d’andata contro una diretta concorrente per non retrocedere….

 

Con l’animo sereno, ma con un dubbio che mi ronzava nella testa, quando sono tornato a casa ho chiesto a mia figlia se aveva voglia di rispondere ad un altro problemino di matematica:

Il Bologna ha 5 difensori, 3 centrocampisti e 2 punte e sta perdendo uno a zero. Per fare entrare un’altra punta e cercare di pareggiare chi dovrebbe togliere ?

Papà, io faccio già la seconda elementare, mica la materna…..

 

Buon Bologna a tutti

 

Petisso

 

Riproduzione riservata

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 23:44