×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 75

Hachim Mastour

Scritto da  Dic 21, 2012

LA BOTTEGA DEI TALENTI..SPECIAL EDITION di Ale Zanini
Ciao a tutti, da oggi ho deciso di impostare la bottega presentandovi
i talenti di casa nostra.
Diciamo che possiamo chiamare questa  sezione della rubrica “Saranno,
sicuramente famosi”..
Oggi vi presento il miglior talento classe 1998 Italiano…e…tra i primi
5 a livello Europeo, chi è direte Voi?
E' HACHIM MASTOUR, nato a Reggio Emilia il 15 Giugno del 1998.
Inizia a giocare a calcio molto presto nelle file della scuola calcio “Reggio
Calcio”. All’età di 9 anni viene prelevato dalla società di
riferimento della città di Reggio Emilia, la Reggiana, attirando fin da subito l’interesse di un grande club come l’Inter, che nel frattempo lo continua a seguire ma che, per regolamento F.I.G.C( un giocatore può trasferirsi da una regione all’altra del paese solo dopo aver compiuto i 14 anni di età) non può farlo trasferire a Milano per inserirlo poi nella rosa delle giovanili. Decidono quindi di convocare Hachim per i vari tornei dedicati alla sua categoria e proprio a Roma, nel Gennaio 2012, in occasione del  II° Memorial Ielasi manifestazione dedicata alla categoria giovanissimi, il giovanotto incanta la platea con gol e giocate davvero importanti, giocando nella squadra  allenata da Marco Mandelli.  Hachim gioca cinque partite e segna 5 goal portando la squadra a trionfare nella finale contro la Roma, segnando anche un goal davvero favoloso.
Siamo in Estate e per Hachim è ora di trasferirsi a Milano…ma non più
all’Inter..è il Milan che, dopo qualche problema legato alle visite
mediche, lo tessera per la categoria Giovanissimi; ma il ragazzo  è
già fuori categoria per tecnica e fisicità, quindi decidono di
consegnarlo agli allievi Nazionali(classe 1996)  di Pippo Inzaghi.
Oggi fa coppia con l’altro interessantissimo talentino Michael Fabbro (prossimamente anche a lui dedicheremo una scheda). Il suo campionato inizia con il botto e 
viene coronato dalla convocazione per la selezione U15 allenata da Antonio Rocca.

La prima cosa che noti quando lo vedi giocare è la tecnica di base
fuori dal comune per un giovane classe 98. Ha un controllo di palla
davvero molto importante, il pallone non si stacca mai dal piede e
anche in velocità gli riesce tutto molto facile oltre ad una eleganza
davvero rara. Nel 1 contro 1, è praticamente impossibile portargli via
palla anche perchè usa tutte le parti del piede, compresa la pianta,
caratteristica che ad un giovane non ho mai visto, il tutto legato ad
una rapidità di gamba che lo rende spesso una spanna sopra i suoi pari
età e, calcolando che oggi gioca con dei ragazzi 2 anni più grandi di
lui...stiamo paralndo di un autentico  e purissimo TALENTO DEL CALCIO
MONDIALE. Ad essere sincero l'unico difetto che ad oggi gli si può ascrivere
 è che a volte tiene troppo la palla, anche quando potrebbe
scaricare al compagno meglio piazzato, ma questo ci sta, è
giovanissimo e  per lui il calcio è, e deve essere ancora, divertimento allo stato puro 
e sono sicuro che con la nuova scuola questo difettuccio presto sparirà. Non
credo di sbagliare, ma questo ragazzo ha già tanto per arrivar in
alto....ma in ALTO DAVVERO!


In questi giorni ho avuto la possibilità di avvicinare Hachim per
fargli un paio di domande alle quali lui si è reso gentilmente
disponibile…

Ciao Hachim, allora dimmi chi è il Ragazzo Hachim e chi è oggi il
giovane giocatore Mastour?


Sono trequartista, sono nato a reggio emilia e ho genitori marocchini.
Mi piace la musica brasiliana e pop. Ho giocato alla Reggio
calcio, alla Reggiana e attualmente al Milan. La mia squadra del cuore
è il Real Madrid.

Qual'è il tuo Idolo e a che tipologia di calcio ti ispiri?

Il mio idolo è Lionel Messi, le mie caratteristiche principali sono il
possesso palla e il dribbling.

Nonostante le tante proposte, cosa ti ha spinto a scegliere il Milan?

Il milan è stata l'unica squadra che mi ha voluto con insistenza e
l'unica che ha creduto in me e ho deciso di intraprendere questa
strada che spero mi porti a raggiungere degli obiettivi che ho sempre
sognato e di levarmi tante soddisfazioni.

Cosa Vuol dire per un ragazzo di talento di come me te, essere
allenati da un grande campione come Pippo Inzaghi?

Essere allenati dal mister Inzaghi sicuramente stimola a far bene
essendo stato lui un campione che ancora tutti acclamano sia come
persona che come calciatore. Mi trovo molto bene con lui, mi insegna
tanto sia umanamente che calcisticamente. Sono fiero di essere sotto
la guida di un grande uomo come lui.. !

Hai dei "riti" scaramantici la sera prima di ogni match?

Non ho dei ''riti'' scaramantici ben precisi...la sera prima di ogni
match la passo a prepararmi psicologicamente per affrontare al meglio
la partita, a volte anche ascoltando musica, che mi fa rilassare
molto.

Quali sono i Sogni del giovane Hachim Manstour sia sportivi che non?

Il mio sogno è quello di vincere il pallone d'oro, lo sogno fin da
piccolo e spero di ottenerlo...ovviamente serve tanto impegno sudore e
sacrificio...tutte cose che sono disposto a fare.
 
Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 23:48