A parti invertite con Franco Tosi

Scritto da  Nov 24, 2012

Questa settimana non giocandosi il Campionato il 1000cuori ha deciso per questa rubrica di fare un intervista al notissimo giornalista che rappresenta la Reggiana calcio sotto forma di memoria storica, competenza telecronache e trasmissioni televisive.
Parliamo di Franco Tosi, che chi vi scrive apprezza in maniera assoluta per la sobrietà e la puntualità con cui racconta nelle sue trasmissioni le vicende della Reggiana.
Conduttore di "Appuntamento  sport " del lunedì, voce delle telecronache,interviste dal campo,insomma il calcio a Reggio ha nel volto di Franco Tosi  un vero guru.
Anche in questa intervista come vedrete, e' diretto ed efficace come sempre mantenendo quelle linee guida che ne fanno un giornalista apprezzato anche dai tifosi avversari.
Per questa ragione il sito 1000cuorossoblu ha scelto lui nel presentare e nel rievocare con aneddoti e flash back il derby di sabato.


MILLE : Buongiorno Franco siamo veramente felici di fare questa chiacchierata con la voce storica della Reggiana.
TOSI: Vi ringrazio per i complimenti, sono veramente felice di parlare di questa partita e di questo derby.
MILLE: Franco  partiamo un po' da lontano e di alcuni derby alcuni dei quali giocati al vecchio stadio Mirabello.
TOSI: Possiamo tranquillamente dire che il Mirabello era il "catino " della Reggiana fino al 95, anno in cui venne inaugurato il Giglio e pur essendo obsoleto e in zona centrale della città, si aveva un pubblico caldissimo che trascinava la squadra.
Questo in generale ma se parliamo di Bologna nello specifico, per la Reggiana sono ricordi piacevoli, mentre per il Bologna molto meno perché significava, spesso o quasi, che era sceso di categoria perché si parlava sempre o quasi di partite di serie B o terza serie addirittura.
MILLE: Il  derby del  1991 Bologna - Reggiana 0-2?
TOSI: Lo ricordo benissimo: doppietta di Ravanelli  sotto la San Luca con diecimila tifosi della Reggiana che occupavano quella curva.
Questa partita rimane nella mente dei tifosi reggiani,anche se il derby col Bologna non è' mai stato sentitissimo a Reggio Emilia perché per noi rappresentava sempre un icona ," la squadra che faceva tremare il mondo " ed essendo così sporadici gli incontri con i rossoblù che non c'è mai stata quella rivalità ben più accesa per esempio con altre squadre della regione.
MILLE: Ora una piacevole in veste Bologna , REGGIANA - BOLOGNA 1-3 anno 96/97
TOSI: Certo si giocava al Giglio, al neonato Giglio, giornata piovosa e dopo il grande gol di Valencia, ci fu il ritorno nella ripresa del Bologna di Ulivieri ( primo anno di serie A dell'era Gazzoni e grande squadra quella rossoblù n.d.r.)
Ma non fu un caso quella sconfitta per la Reggiana, perché in serie A la Reggiana ha fatto tre anni di cui una salvandosi allo spasimo e le altre due a gennaio era già retrocessa, quindi parliamo di ricordi infausti conditi di tante sconfitte.
MILLE: se faccio un nome, Dario Morello cosa rievoco?
TOSI: Morello a Reggio Emilia venne per sostituire il mitico Ravanelli e tutti  pensavano a un centroavanti che segnava a raffica, invece  scoprirono un attaccante dalla grande corsa, molto generoso, pieno di saggezza tattica che entrò nel cuore di tutti i reggiani e lui scelse Reggio Emilia per la sua vita nel dopo calcio.
Insomma per il calcio reggiano un vero e proprio idolo,anche se restò in granata solo due anni.
Ma credo anche a Bologna lasciò ottimi ricordi proprio per la sua generosità in campo e la sua sobrietà fuori. 

MILLE: Ora presentiamo la Reggiana e veniamo al presente, come gioca la Reggiana  e quali sono le  sue ambizioni?
TOSI: Allora  alla domanda come gioca rispondo male, molto ma molto male, nel senso che una squadra costruita non pre vincere il campionato, ma per andare nei play off, dopo una partenza accettabile si è' incappati in tre sconfitte consecutive che hanno messo in crisi la squadra e tutti i concetti tattici di inizio campionato.
Comunque la squadra gioca con un 4231  dove i due esterni spingono molto sulle fasce, due mediani davanti alla difesa, tre giocatori alle spalle dell'unico attaccante che svariano su tutto il fronte offensivo.
Domenica scorsa si è' provato contro  l'Entella la difesa a tre ed e' terminata in una quasi disfatta con una sonante sconfitta subendo tre reti e quindi si presume che sin da sabato con il Bologna si tornerà alla più collaudata difesa a 4.
MILLE: Lanna ,laterale che ha vestito anche la maglia del Bologna e' ancora in organico?
TOSI: Salvatore Lanna ha smesso di giocare un anno fa dove divenne il secondo anche di Lamberto  Zauli, e' entrato nei quadri tecnici come responsabile di tutto il settore giovanile, ma proprio una settimana fa invitato dall'amico Corini, ha rescisso il contratto e ha accettato la proposta di fare ritorno a casa nel Chievo come vice allenatore.
Sicuramente abitando a Verona e avendo giocato con la maglia clivense tanti anni e' stata per lui una grande occasione professionale e una vicenda di cuore.
MILLE: Reggiana - Bologna per una festa dei 93 anni della Reggiana, partita amichevole , con la tessera del tifoso, mia considerazione siamo davanti a un assurdità.
TOSI: Confermo in pieno, hai perfettamente ragione, siamo in una festa e io sono contrario alla schedatura della tessera del tifoso a priori perché finisce per penalizzare le famiglie e non le frange più accese e ripeto andare allo stadio deve essere un fattore educativo e non una costrizione  da parte di qualcuno .
Andare allo stadio deve essere una gioia e non mi piace affatto la tessera e neanche le motivazioni con cui è stata introdotta. 
MILLE: Franco siamo ai saluti, ma vista la circostanza non potevo esimermi dal chiederti il TOSI ricordo su Helmut Haller.
TOSI: Parliamo di un giocatore che ricordo benissimo ( anche per l'età). Sia quel  Bologna e chi lo componeva,  Haller  era un giocatore stranissimo, sembrava a volte indolente, poi di improvviso aveva il passo del campione.
Un giocatore moderno sotto questo punto di vista e indubbiamente per come lo ricordo io un vero campione con C maiuscola.
MILLE: Prima dei doverosi saluti ,Franco sarai della partita?
TOSI: Credo  di si e professionalmente completerò un trio con Filippo Cotti e il mitico Villa naturalmente sarò la voce di Reggio Emilia.
MILLE: Un grandissimo saluto e ringraziamento e spero che il 1000cuorirossoblu lo verrai di tanto in tanto a visitare, sperando anche in una risalita veloce dei colori granata, nel calcio che conta.
TOSI: Vi ringrazio tutti, speriamo di assistere a un bel derby

Il vostro Danieleang
Per millecuorirossoblu 
Riproduzione riservata

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 23:53