×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 56

Bologna VS Palermo

Scritto da  Nov 24, 2012

La Sicilia porta decisamente bene al Bologna che, tra Catania e Palermo, incamera 6 degli attuali 11 punti in classifica. Uno scontro diretto in chiave salvezza vinto con una prestazione convincente ed un risultato rotondo che rasserena il pirotecnico ambiente felsineo. Vittoria balsamica che fa classifica e tanto morale, l'intero tridente offensivo a referto sotto la voce marcatori e difesa (2 portieri compresi) imbattuti. Una boccata di ossigeno per Stefano Pioli ed i suoi ragazzi saltati sul treno salvezza all'ultima chiamata utile, della serie, meglio tardi che mai. Una domenica calcistica che manifesta apertamente lo scarso quoziente tecnico della massima serie italiana, il Palermo giunto al Dall'Ara è una banda con lacune tecniche ed individuali paragonabili (a tratti anche peggiori) all'inguardabile Bologna di qualche giorno fa. Serve comunque una prodezza individuale, quella di Gila, per scardinare un match dalle mille insidie. Il goal del violinista vale il prezzo del biglietto per preparazione ed esecuzione, bevuto il marcatore con uno stop a seguire e botta ad incrociare sotto il sette, roba da proiezione in prima serata alla multisala Medusa. Poi ci pensa San Donati che è un difensore centrale come io sono il prossimo vincitore del Grammy, fare nozze con le lumache va bene ma sperare che ti faccia l'uovo il gallo a Bologna è un filino troppo, caro Gasp. Una serie di vaccate immani del tatuato ex Bari regalano la sverginata al buon Gabbiadini (fin li generoso ma poco incisivo) e la chicca dagli 11 metri di Diamanti. Flash back: bello il gesto di mandare dal dischetto nel primo tempo il Gabbiano Gabbiadini, ho avuto un brivido di gioia nel vederlo prendere in mano il pallone, sono cose che fanno bene allo spogliatoio e fortificano il gruppo, bravi ragazzi. In fondo l'ho sempre sostenuto, il deficit del Bologna non è certo catalogabile alle voci impegno e generosità. Bene gli esterni che mostrano corsa e qualche cross insidioso (molto bravo Morleo, una sua discesa propizia il capolavoro di Gila), ottimo Sorensen sempre in anticipo sull'avversario. Straordinario Perez tornato finalmente ai livelli dello scorso campionato, un mastino di razza, una diga di Ridracoli, mi manca Mudy, quanto mi manca.... Su Diamanti uso la carta copiativa con i precedenti commenti post partita, se sta bene la firma la lascia, sempre. Gila è Gila, cosa gli vuoi dire. Mi aspetto qualcosa di più da Gabbiadini, credo che il goal gli farà bene. Capitolo portieri, un macello. Se Curci si strappa saltando per esultare al goal del vantaggio sono, semplicemente, cazzi amari. Scusate il francesismo ma non è un bel segnale. La condizione fisica dell'ex Roma è da tempo sotto la lente d'ingrandimento ma una muscolatura da vetreria di Murano offre pochi spunti di commento. Curci mi trasmette più sicurezza di Agliardi dal video, sarà una questione di faccia, mettiamola così. Una buona prova corale che in qualche modo rimarca l'attaccamento della squadra al suo allenatore, non credo troppo alle parole di Guardaldi (sottolineare la fiducia al Mister è l'anticamera dell'esonero, lo insegna la storia), oggi Pioli si è giocato la sua panchina, questo lo sapeva lui, la società ed i suoi giocatori. Altro buon segnale. Rimane da analizzare il tasso tecnico avversario (basso, bassissimo), il Palermo senza Miccoli va in B dritto come un fuso. Una considerazione che deve soltanto, e sottolineo soltanto, esserci utile per capire che da qui in avanti il Palermo lo incontreremo solo un'altra volta, in terra siciliana e sarà, presumibilmente, un altro Palermo. L'istrionico Zamparini in B non ci vuole mica andare, ha i soldi, è stanco ma non coglione. Stasera però se ne diparte da Bologna con 3 pere nella borsa della spesa e la frutta, nel calcio, non fa così bene...Forza Bologna

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 23:54