Auguri Rossoblù: Rosario Pergolizzi – 7 ott

Scritto da  Ott 06, 2016

Siamo a Napoli, è il 1988 e la squadra partenopea ha appena vinto il primo scudetto della sua storia grazie alle mirabolanti prestazioni di Diego Armando Maradona, ai tempi il giocatore più forte in circolazione. Il piccolo Diego si è caricato la formazione campana sulle spalle per condurla, domenica dopo domenica, al successo: in quella squadra militava anche un ragazzo, appena ventenne, nato a Palermo che di mestiere faceva il terzino sinistro. Quel ragazzo, che fa risalire al 15 maggio 1988 la sua unica presenza in campionato col Napoli, qualche anno più tardi verrà acquistato, proveniente dall’Ascoli militante in Serie B, dal Bologna, intenzionato a risalire la china e lasciare l’inferno chiamato Serie C1. A Bologna Rosario trova la sua dimensione ideale, disputando parecchie stagioni con i rossoblù, tutte da titolare o quasi, diventando ben presto un punto fermo della retroguardia felsinea. Dopo la splendida cavalcata guidata da Renzo Ulivieri e terminata con l’approdo in Serie A, Rosario decise di lasciare l’Emilia per continuare a duellare e macinare chilometri sulla corsia mancina in cadetteria, col Brescia. Carriera, la sua, legata con la storia dell’Ascoli, la prima vera squadra a puntare su di Lui ed anche l’ultima che ha avuto il piacere di averlo come allenatore. Oggi Rosario, più di 100 presenze coi rossoblù, compie 48 anni e questo è il nostro personale augurio!

 

 

Consultazione Collezione Luca e Lamberto Bertozzi

Ultima modifica il Domenica, 09 Ottobre 2016 10:18
Giacomo Guizzardi

Nato e cresciuto in periferia, inizia a collaborare con 1000 Cuori Rossoblu nel novembre del 2015. Al momento gestisce tutto ciò che riguarda la Primavera del Bologna, tra approfondimenti, cronache dei match e calciomercato.
Calciatore fallito, aspirante giornalista.