RS - RdC - Cerci si avvicina: l'Atletico non lo convoca - 30 dic

Scritto da  Dic 30, 2016

Ricordate cosa avevamo scritto ieri? L'Atletico Madrid era in partenza per Jedda e se sull'aereo non avrebbe trovato posto Alessio, il segnale poteva essere uno solo: caro Cerci, non convocandoti (e quindi non dandoti spazio neanche in un'amichevole che Ti servirebbe per mettere minuti nelle gambe), Ti faccio capire che probabilmente la Tua avventura nei Colchoneros è ai titoli di coda. Un segnale chiaro e inequivocabile per l'attaccante di Velletri, a cui il Bologna fa la corte dall'estate. Anche lo stesso Bigon, intervistato da Sky, non negava l'interesse per il giocatore ("può rientrare nel progetto tecnico, in quanto giocatore pronto subito") ma segnalava anche che qualunque scelta di mercato doveva "rientrare in operazioni che possano avere una strategia futura". Se traduciamo il Bigon pensiero, ci rendiamo subito conto che l'interesse per il giocatore c'è ma non per un prestito, bensì per un giocatore che possa fare la differenza per i prossimi 3 anni e questo ci riporta al concetto di motivazioni con cui Cerci affronterebbe l'avventura bolognese: per rilanciarsi il giocatore dovrebbe spalmare il proprio contratto in un triennale  da un milione ad anno, con l'Atletico che si accollerebbe il 1,3 milioni che rimangono da pagare da Gennaio a Giugno. Bologna e Atletico sono al lavoro per accordarsi sul costo del cartellino, ma il resto dovrà necessariamente farlo l'esterno ex Torino, che a breve diventerà padre. Le alternative ci sono, ma assumono carature differenti: EL Kaddouri, Ibarbo e quel Josef Martinez (23) che, non trovando spazio proprio fra i granata, potrebbe scegliere di venire sotto le due torri per continuare la sua esperienza in Italia.