Di Vaio “Contro la Juventus sarà un test importante ma che impresa fu quella vittoria a Torino. ” - 04 gen

Scritto da  Gen 04, 2017

Stadio Olimpico di Torino, 26 Febbraio 2011 va in scena #JuventusBFC, una partita che nessun tifoso rossoblù potrà mai scordare perché a uscirne vincitore fu proprio il Bologna Fc che, grazie alla doppietta di un certo Marco Di Vaio, uscì dal Comunale a braccia alzate.

Oggi quel Marco Di Vaio fa il Team Manager per i rossoblù e, direttamente dal ritiro di Torre del Grifo, ricorda su con piacere quella giornata parlando ai microfoni di BFC TvRicordo tutto benissimo, abbiamo fatto un’impresa in un momento particolare sia per noi che per la società. E’ stato un momento speciale. Vivevamo un situazione complicata e quella vittoria a Torino credo sia stata la massima espressione di un gruppo solido e compatto, che ha tirato fuori il massimo da una situazione molto difficile.”

Quella vittoria è rimasta e rimane tutt’ora forse una delle più belle sia per squadra che per i tifosi “E’ stato un delirio e rivivo quel ricordo ogni volta che andiamo a giocare a Torino. E’ stata un’emozione grandissima per tutti noi e per la gente. Quanto tornammo a casa in tarda notte c’erano più di duemila persone ad aspettarci

Si giocherà allo Juventus Stadium dove Marco Di Vaio non indosserà gli scarpini alla ricerca della rasoiata vincente ma osserverà i suoi ragazzi dai margini del campo “Non è la prima volta che la vedo da bordo campo, ma giocare allo Juventus Stadium è un emozione particolare, molto bella. E’ uno stadio che da grandi emozioni e giocare contro una Juventus in questo stato e con questi giocatori sicuramente è un test molto importante per tutti e per tanti ragazzi per i quali sarà la prima volta, ma sarà allo stesso tempo molto stimolante. Sai che ti confronti con i migliori al mondo e questo è stimolante per i giocatori ambiziosi.
Queste sono le partite più facili da preparare per un allenatore perché gli stimoli sono enormi. L’unica cosa che possiamo fare è dare tranquillità preparando la partita in maniera serena. Un consiglio? La tensione sarà alta a prescindere e il mio consiglio è quello di rimanere il più calmo possibile, di dare il meglio in ogni circostanza e di non farsi trasportare troppo dalle emozioni perché ti possono far giocare una partita un po’ più timida rispetto a quello che sei abituato a fare.”

Ultima modifica il Mercoledì, 04 Gennaio 2017 17:48
Sara Melotti

Sarina per gli amici. Inviata multitasking, aspirante fotografa e giornalista.
Oltre alla passione per il Bologna ama la fotografia, lo sport in generale, i motori e gli animali.