Gli Avversari del Bfc: Crotone- 12 Gen

Scritto da  Gen 12, 2017

 

PROSSIMI AVVERSARI DEL BOLOGNA FC 1909

CROTONE

Il Bologna, che ha ripreso il Campionato col piede sbagliato uscendo con le ossa rotta dalla fredda trasferta di Torino contro la capolista Juventus, sarà ospite del Crotone sabato ore 18:00 per la prima giornata del Girone di Ritorno. La squadra calabrese occupa attualmente l’ultimo posto in classifica in coabitazione col Pescara a 9 punti, entrambe con una gara da recuperare (gli “Squali” contro la Juventus in casa). La compagine guidata dal giovane tecnico Davide Nicola, ancora in sella dopo il traumatico avvio di Campionato, nelle ultime due gare interne ha colto un pareggio contro la Sampdoria (1-1) ed una vittoria importante contro il Pescara (2-1), segnale che la squadra è viva, come peraltro ha dimostrato nell’ultimo impegno esterno in casa Lazio, dove ha saputo reggere alle offensive biancocelesti sino al 45’st: decisivo un maldestro retropassaggio di Martella di testa che ha innescato involontariamente Immobile, il quale non si è fatto pregare e ha gelato tutta Crotone superando uno strepitoso Festa. Tra le mura amiche i pitagorici hanno raccolto 2 vittorie, 2 pareggi e 4 sconfitte, in pratica tutti i punti sinora conquistati, tranne un solo punto racimolato in trasferta, questo rende l’idea di come la squadra cerchi di far valere il fattore campo, un piccolo impianto sportivo che può risultare ostile per gli avversari, in cui i tifosi locali sono assiepati nelle immediate vicinanze del campo. L’Ezio Scida di Crotone è l’ancora di salvezza, dove la squadra non ha potuto giocare sino alla 9°giornata causa i lavori di ammodernamento, esordio fu contro il Napoli con vittoria dei partenopei 1-2, precedentemente le gare interne sono state disputate a Pescara, un handicap rilevante. La rosa a disposizione di Nicola è modificata, si è arricchita rispetto alla gara di andata disputata al “Dall’Ara”, dove il mercato estivo era ancora aperto, il tecnico ex Lumezzane può contare su elementi stimolati che stanno cercando di compiere l’impresa, quella di portare il club calabrese ad una storica salvezza, percentuali davvero minime, davvero risicate. Nel reparto offensivo sono stati ingaggiati due attaccanti italiani molto interessanti e che hanno dimostrato capacità importanti specialmente in Serie B, entrambi ex Sassuolo e di piede sinistro, come Falcinelli (’91) e Trotta (’92), punte che hanno grandi motivazioni, che vogliono mettere in risalto le proprie potenzialità, elementi che vantano qualità e fisicità, in grado di creare notevoli pericoli a molte difese della Serie A. Due finalizzatori che svolgono un compito importante per la squadra, che esercitano un lavoro significativo anche nella fase di non possesso, la salvezza passa principalmente dalle loro realizzazioni. Sinora Falcinelli guida la classifica cannonieri dei rossoblu, sono 5 i gol segnati dell’ex punta del Lanciano, seguono a 2 Palladino e Trotta, per un totale di 14 reti realizzate dagli “Squali”. Oltre a rinforzarsi in avanti sono giunti in Calabria anche Crisetig, che il Bologna prima ha riscattato dall’Inter e successivamente girato in prestito - per lui un gradito ritorno- Mesbah che attualmente è assente causa partecipazione Coppa Africa, il terzo portiere Cojocaru dallo Steaua, romeno classe 1995 in prestito oneroso a 250 mila euro con diritto di riscatto a 800, il difensore ex Under 20 Belgio Dussene classe ’92 ex Mouscron che sinora è stato poco impiegato, solo 4 presenze, e l’ex Roma Rosi (’87) mentre sono partiti Andrea Mazzarani al Catania in Lega Pro l’ex Modena, Di Roberto a Cesena, e Giuseppe Zampano che il club ha lasciato svincolato e si è accasato da poco tempo in laguna al Venezia di Tacopina per cercare la risalita in Serie B. Mister Nicola al suo arrivo aveva puntato sul modulo tattico che Juric, tecnico dell’incredibile promozione dalla Serie B, aveva precedentemente disegnato per la squadra, difesa a 3 interpretando il 3-4-3 specialmente, come fece all’esordio a Bologna, passando per il 4-3-3 sino al più quadrato 4-4-2 come visto contro la Lazio. Differenze molto evidenti rispetto la squadra che si presentò a Bologna nell’Agosto scorso, molto intimorita, mentre quella che ha affrontato la Lazio si è dimostrata un’altra cosa, atteggiamento combattivo e soprattutto maggior peso, senza cali, ed il suo gol lo aveva pure segnato con Rohden. Ultimamente Nicola sta portando avanti questa idea tattica, come fece anche nella trasferta di Udine prima della pausa invernale e nella vittoria interna contro il Pescara: 4-4-2. Contro la Lazio impiegato Festa a sostituire il portiere titolare Cordaz, sugli scudi l’ex Mantova, protagonista di interventi che han mantenuto i calabresi sempre in partita (a mio avviso migliore in campo dei suoi), difesa a 4 con Sampirisi a dx e Martella a sx, coppia centrale formata dal mancino Ferrari, capitano per l’assenza di Claiton e Cordaz, e Ceccherini; a centrocampo sulle corsie esterne Rohden a dx e Stoian a sx, il più deludente nella trasferta di Roma (poi sostituito da Palladino, l’ex Juventus ha successivamente ricoperto anche il ruolo di seconda punta quando Rosi ha rimpiazzato Trotta andando a ricoprire il ruolo interpretato da Rohden a dx, con lo svedese che si è spostato sull’altra fascia che era occupata da Palladino), in mezzo Barberis e Crisetig mentre davanti il tandem Falcinelli-Trotta. Nel preciso momento in cui l’articolo è stato scritto, il Crotone non ha ufficializzato entrate, circolano nomi che potrebbero andare a rinforzare la squadra, tra questi spicca quello che potrebbe essere considerato un gradito ritorno come la punta Budimir, protagonista della scalata in Serie A e anche seguito dal Bologna, si cerca di far leva sull’ottimo rapporto con l’Inter, dal club milanese non sono da escludere gli arrivi di Assane Gnoukouri, anche al promettente centrocampista il Bologna fece la corte in passato, oltre Eloge Yao, che sarebbe altro ritorno. Proprio dai felsinei potrebbe giungere Ibrahima Mbaye, continua l’interesse per la punta Filip Djordjevic della Lazio, alternativa a Budimir, seguito anche un altro ex Lazio, dove nella Primavera era uno dei punti di forza, vale a dire Moustapha Seck, difensore esterno sx, senegalese con passaporto spagnolo ex Barcellona ed ora nella Roma, che sarebbe utile anche per tappare l’assenza di Mesbah, partito per la Coppa Africa. Altri obiettivi dei pitagorici sono considerati Biabiany e Faragò del Novara, tra i centrocampisti più interessanti della Serie B. In partenza probabile Fazzi verso Perugia, Salzano lusingato dalle attenzioni della Virtus Entella.

Il Bologna deve tenere alta la concentrazione, non può permettersi di ripetere la modestissima gara offerta contro Juventus (purtroppo già vista anche in altre occasioni in questa stagione), un Bologna poco incline al sacrificio, all’aggressività, timoroso e distratto. A Crotone serve un piglio diverso, determinazione, attenzione e voglia di andare a strappare la vittoria, tre punti che sarebbero la panacea di molti mali.

MARCO MAGLI