Radio Casteldebole - Donadoni: "A Crotone con la mentalità giusta" - 13 gen

Scritto da  Gen 13, 2017

Girone di andata archiviato, il Bologna si prepara ad affrontare la prima giornata del girone di ritorno e che vedrà i rossoblù impegnati nell’anticipo del sabato contro il Crotone.

Settimana complicata per i felsinei che, complice un meteo decisamente sfavorevole, hanno avuto una serie di difficoltà nell’allenarsi all’aperto dice Donadoni “Abbiamo fatto fatica ma fortunatamente abbiamo rimesso a nuovo il campo sintetico e siamo riusciti ad allenarci.”

Dal punto di vista fisico mancheranno un paio di pedine come Taider e Helander “Saphir oggi farà l’intervento per verificare il problema, mi auguro che non sia nulla di serio e che i tempi di recupero siano brevi” Diverso il discorso per Filip Helander “Ha un problema alla schiena che è peggiorato dopo un viaggio in pullman mentre eravamo a Catania e cercheremo di capirne l’entità. Gastaledello? Ha recuperato dal fastidio che aveva e l'ha completamente smaltito.” 

Il clima sarà probabilmente migliore nella città calabrese dove i ragazzi di mister Donadoni troveranno un avversario non facile da affrontare: il Crotone “Rispetto a inizio stagione è una squadra che si è adattata alle circostanze, rischia meno ed è la più compatta e coesa e tra le squadre dietro, andiamo ad affrontare una squadra che ha la assoluta necessità di fare punti così come la abbiamo noi. Sarà un bello scontro contro una squadra che pur avendo una posizione di classifica difficile ha una sua fisionomia e una sua quadratura. Non sarà un avversario facile. Bisognerà giocare interpretando la partita come abbiamo fatto nel primo tempo a Torino perchè, a mio avviso, è stata interpretata bene. Abbiamo pagato dazio in un paio di occasioni ma il modo di interpretare la partita è quello giusto.”

E’ un Bologna che forse non riesce più ad esprimersi bene come faceva ad inizio campionato che forse gli avversari hanno cominciato a saper leggere meglio i rossoblù ma il mister non crede che sia obbligatorio fare grandi cambiamenti ”La fisionomia della squadra è questa ed è giusto continuare ad esprimersi in questi ruoli” dice Roberto Donadoni che soffermandosi nello specifico su Krejci, ora non al top, ammette come “La sua storia, la sua vita parlano della posizione di esterno sulla fascia. Inventarsi ora cose strane o soluzioni diverse può mettere anche in difficoltà un giocatore. Krejci è un po’ sottotono rispetto all’inizio. Bisogna trovare la serenità giusta per potersi esprimere al meglio.

La sessione invernale del mercato ha portato il Bologna Fc a ufficializzare la prima trattativa in entrata con l’arrivo dal Trapani di Bruno Petkovic “E’ un giocatore tecnico, con grandi qualità oltre ha una fisicità imponente. Ha un problema alla spalla ed è indietro rispetto a quelli che sono i nostri standard. Ha una grande chance e lui dovrà capire che è una chance che non dovrà sprecare. La differenza in queste occasioni la fa la testa, la sua storia parla di qualche limite e sarà lì che dovrà fare il grande salto. Sul campo può fare anche la seconda punta, ha grande potenzialità.”
Rimanendo sull’argomento mercato il mister ammette che nulla è ancora realmente definito “Mi piacerebbe fosse già tutto deciso ma dobbiamo fare le valutazioni giuste. L’obiettivo del calcio mercato è trovare giocatori di prospettiva.”

All’orizzonte vi è anche la partita di Coppa Italia che vedrà l’Inter come avversario in quel di Milano “Andare a San Siro è sempre stimolante, mi piacerebbe fare un passo avanti. Andremo la a giocarci le nostre carte.”

Di seguito le parole del Mister in Conferenza Stampa:

Ultima modifica il Sabato, 28 Ottobre 2017 18:08
Sara Melotti

Sarina per gli amici. Inviata multitasking, aspirante fotografa e giornalista.
Oltre alla passione per il Bologna ama la fotografia, lo sport in generale, i motori e gli animali.