Calciomercato Bfc - Oikonomou, Ferrari e Mbaye verso la permanenza - 16 gen

Scritto da  Gen 16, 2017

Se la sconfitta con la Juventus aveva allarmato la dirigenza del Bologna ad intervenire sul mercato, il recente successo con il Crotone invece ha avuto l'effetto contrario. Bigon era determinato a rinforzare una squadra non più brillante, ma la vittoria allo Scida ha messo in evidenza la scarsa competitività dei team in lotta per la permanenza della categoria. Dunque sarebbe inutile intervenire sulla rosa a salvezza già intascata, e per questo motivo il Ds rossoblù starebbe togliendo dal mercato anche gli elementi più in bilico della squadra. Alex Ferrari, Ibrahima Mbaye e Marios Oikonomou erano sulla lista dei partenti.
Il primo ha incominciato a tentennare sull'idea del rinnovo, visti il corteggiamento del Chievo e la voglia di giocare. In questi giorni però Bigon ha fatto grandi passi in avanti per convincere il numero 24 felsineo a prolungare il contratto fino al 2021, con la promessa che in questo girone di ritorno il terzino troverà più spazio e minutaggio con Donadoni.
Per quanto riguarda il senegalese invece il pressing del Crotone è stato davvero asfissiante: Nicola voleva a tutti costi l'esterno difensivo che allenò ai tempi di Livorno. I calabresi hanno offerto di tutto, perfino un prestito con intero pagamento dell'ingaggio di Ibrahima. Eppure niente da fare: Mbaye farà il jolly difensivo e farà il vice Masina o il vice Krafth all'occorrenza. I terzini sono contati.
Oikonomou è forse il giocatore meno sicuro del posto. I suoi rapporti con Donadoni sono arrivati ai minimi storici e il greco ritiene chiusa la sua esperienza sotto le Due Torri. Lo scambio Marios-Budimir è tuttora ancora in piedi, ma più passano i giorni, minori diventano le possibilità che l'affare vada in porto. L'acquisto di Bruno Petkovic e il recupero record di Simone Verdi d'altronde hanno sistemato il reparto offensivo. Solo in caso di ulteriori complicazioni fisiche di Umar Sadiq, Bigon potrebbe riprendere in considerazione la doppia trattativa con la Sampdoria. Altrimenti Oikonomou rimarrà a Bologna almeno fino al termine della stagione. La cessione di Floccari non cambia le carte in tavola del mercato per l'attacco. I problemi alla spalla accusati da Petkovic rallentano la cessione già definita di Floccari alla Spal. Il 34enne potrebbe servire ai rossoblù finché il croato non si sarà rimesso, dopodiché sarà ufficializzato il trasferimento di Sergio nella squadra ferrarese.
Dunque difficilmente arriverà uno tra Biabiany e Cerci. L'ingaggio del francese d'altronde richiede uno sforzo economico abbastanza notevole almeno al momento attuale delle cose. L'ala di Velletri invece sarebbe una pista più percorribile ma il ragazzo non scende dalle proprie richieste: triennale da 1,4 milioni. Non solo il Bologna si è tirato indietro dalla trattativa, ma pure la Lazio avrebbe abbandonato ogni contatto con l'Atletico Madrid. Resta da capire cosa voglia fare veramente Alessio Cerci per il suo futuro. Il 29enne continua a preferire un ingaggio elevato e stabile ad un possibile rilancio nel calcio che lui definirebbe minore, ma che invece gli ha regalato le migliori soddisfazioni da giocatore.
In entrata non si muoverà nulla in attacco, ma neanche in difesa. Le permanenze di Oikonomou, Ferrari e Mbaye non concedono spazio ad un altro arrivo, a meno che l'infortunio alla schiena di Filip Helander non lo costringa a rimanere ai box più a lungo del previsto. In tal caso Bigon ha già bloccato Rafal Janicki, centrale del Lechia Danzica. Il club polacco avanza una richiesta di 1 milione. Richiesta che il Bfc non avrebbe problemi a soddisfare, e per questo motivo Janicki sarà un giocatore rossoblù se la difesa di Donadoni fosse in grave emergenza.

Ultima modifica il Lunedì, 16 Gennaio 2017 18:40
Davide Mariani

Tifo Bologna, amo il calcio, il tennis ma anche la musica!