Ecco a voi Bruno Petkovic - 19 gen

Scritto da  Gen 19, 2017

Fisico e stazza imponenti, sorriso rassicurante e tanto entusiasmo per questa sua nuova avventura in rossoblù. Bruno Petkovic si presenta così nella sala stampa di Casteldebole e ad accompagnarlo è Riccardo Bigon che, dopo le foto di rito, lascia immediatamente la parola al ragazzo.

Il ventiduenne croato, il secondo della storia del Bologna Fc, arriva a titolo definitivo dal Trapani Calcio, squadra nella quale ha avuto modo di mettere mostra le sue grandi doti tecniche arrivando a giocarsi la finale playoff e sfiorare la promozione in Serie A durante la scorsa stagione. 

Gli ultimi mesi nella squadra siciliana non sono stati idilliaci per il ragazzo che riassume così la sua esperienza  “Ci sono state tante cose che non sono andate, mi sono operato a giugno e sono rientrato prima dall'infortunio per dare una mano alla squadra che non andava bene. Ci sono state tante cose di mezzo. Non sono riuscito a dare il mio 100%.

Bologna è una grande occasisone per me. Ritrovare serie A dopo 4 anni è importante ed è un occasione per fare il salto di qualità."

La sublussazione alla spalla destra rimediata nell’ultima partita ufficiale ancora non gli consente di essere al 100% “Spero di esserci questa domenica, sto lavorando per esserci.”
Sull’avventura a Bologna in procinto di prendere il via ha un’obiettivo ben definito “Il mio obiettivo è quello di giocare. Davanti ci sono giocatori importanti come Mattia Destro, tutti giocatori dai quali posso imparare. Voglio arrivare il più in alto possibile, affermarmi qua a Bologna e dare il meglio per questa società. Il mio più grande obiettivo a livello personale è invece la a Nazionale"

Un centravanti dalle mille qualità il numero 21 rossoblù; amante del confronto sul campo, è molto abile nell’uno contro uno nonostante la sua imponente fisicità, è in grado di svolgere con disinvoltura sia il ruolo di prima che di seconda punta “Ho quasi sempre  giocato da prima punta ma posso ricoprire tutti e tre i ruoli d’attacco. Sono a disposizione del mister, deciderà lui dove mettermi. Io come uomo assist? La buona visione gioco è tra le mie caratteristiche.”

Riguardo ai suoi modelli calcisitici e ai giocatori da cui trae ispirazione ammette di essere affascinato dagli attaccanti brasiliani “Da bambino guardavo sempre  Ronaldo il fenomeno ma anche Ronaldinho.”

Si legherà alla società rossoblù per i prossimi quattro anni e mezzo e non potrebbe essere più felice e grato alla società di Saputo “Sentire la fiducia della società è molto importante. E’ segno di stima mi consente di lavorare con molta più tranquillità. “

Di seguito le parole del neo acquisto rossoblù

Ultima modifica il Sabato, 28 Ottobre 2017 18:00
Sara Melotti

Sarina per gli amici. Inviata multitasking, aspirante fotografa e giornalista.
Oltre alla passione per il Bologna ama la fotografia, lo sport in generale, i motori e gli animali.