RS - RdC - Destro rimane - 21 gen

Scritto da  Gen 21, 2017

Mattia disfa la valigia, non si muove da sotto le Due Torri. La trattativa per il viola Kalinic non è approdata a nulla, per la sensata presa di posizione del giocatore: andare in Cina (anche se per 10 milioni a stagione) non è in cima alle sue priorità, perché quel campionato non lo può appagare. Almeno per adesso. Per cui la Fiorentina non dovrà sostituire il suo pichichi croato e per adesso tutto rimane al suo posto. Ma, come ha scritto Marcello Giordano nel suo articolo odierno, giovedì è stata una giornata intensa, preludio ad un trasferimento che poteva cambiare l'architettura dell'attacco dell'organico rossoblù: mentre a Milano s'incontravano i procuratori dell'attaccante gigliato, più o meno nelle stesse ore, il Ds viola contattava l'entourage del giocatore rossoblù per capire le possibilità di vestirlo con la maglia della Fiorentina, in caso Kalinic avesse presso la strada per l'estremo oriente. Il Bologna ha chiesto una cifra importante (20 milioni), bloccando il tentativo a monte dei Della Valle: Mattia se lo volete costa così, prendere o lasciare. Sicuramente la quotazione può fare mal pensare (Destro non doveva essere il perno centrale dell'attacco rossoblù per i prossimi anni e quindi incedibile?), ma è giusto riflettere sull'andamento del girone di andata del ragazzo, che ha lasciato qualche dubbio: Mattia ha tutto il tempo ed enormi qualità per recuperare il tempo perduto e ristabilire il feeling definitivo con la piazza e la società. Ci sono 18 partite da giocare: c'mon Mattia, let's goal!

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"