RS - RdC - Anche Sadiq fra i convocabili. Mercato chiuso? - 28 gen

Scritto da  Gen 28, 2017

Proviamo a guardare di nuovo l'organico, quello alla data odierna, e si capisce come il lavoro di Riccardo Bigon sia stato eccellente. Anche Sadiq è arruolabile e probabilmente sarà nei 23 che Donadoni porterà a Cagliari, per affrontare una insidiosa e importante partita. Dicevamo dell'organico: il mercato del Bologna, in entrata e con il recupero di Sadiq, scrive Marcello Giordano nel suo articolo odierno, dovrebbe concludersi qui, anche se la lista, con le partenze di Floccari ( verso Ferrara) e Mounier (Saint Etienne), avrebbe due posti disponibili. In attacco infatti qualità e quantità si fondono in abbondanza: Destro, Sadiq, Pektovic, Verdi, Di Francesco, Krejici, non darebbero spazio ad un settimo, per quanto qualitativo. Stessa cosa potrebbe valere per il centrocampo, orfano adesso (e probabilmente da Giugno) di Dzemaili, ma che col rientro dello Zaffiro avrebbe le stesse qualità/quantità del reparto di cui sopra: Taider, Pulgar, Nagy, Rizzo, Donsah, Viviani, sono un potenziale prospettico che poche squadre in serie A hanno. Su Donsah sono state spese parole a vanvera in questi mesi: ritrovata la forma ottimale, ha ritrovato la maglia da titolare e un goal, segno della qualità importante che questo ventenne può ancora esprimere in maglia rossoblu, con buona pace di Roma e Torino. In difesa manca ancora qualcosa, soprattutto dopo la partenza di Morleo e Ferrari. Numericamente ci saremmo, ma non qualitativamente, soprattutto nei centrali: si auspica una crescita definitiva di Marios, ma la carta di di identità di Gastaldello e Maietta, deve far riflettere, perché forse è il reparto in cui oggi occorrerebbe intervenire. Capitolo a parte per Mbaye: non ha ancora dimostrato il suo valore, ma sarebbe un peccato svenderlo adesso, visto il potenziale fisico che il ragazzo si ritrova. E mai come in questi casi ci pare giusto citare un vecchio adagio:"I giovani vanno aspettati", soprattutto quelli di qualità.

Ultima modifica il Sabato, 28 Gennaio 2017 09:53
Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"