Donadoni: “Abbiamo perso due punti. Quello di Viviani non era fallo” – 29 gen

Scritto da  Gen 29, 2017

Cagliari – Bologna si conclude 1-1. I padroni di casa trovano la gioia della rete al fotofinish grazie a Borriello, su calcio di punizione. Al termine dell’incontro nella pancia dello stadio Sant’Elia si è presentato il condottiero felsineo Roberto Donadoni per rispondere alle consuete domande da parte dei giornalisti.

È giusto che le regole vengano rispettate. Le scelte effettuate oggi sono opinabili. Nel primo tempo abbiamo sofferto, ma nella seconda frazione di gioco abbiamo tenuto sotto controllo la situazione. Andiamo a casa con l’amaro in bocca: dovevamo chiudere prima il match. Sono due punti persi; sono dispiaciuto e rammaricato per non aver messo in cassaforte il bottino pieno. Dovevamo punire il nostro avversario in precedenza.

Doveroso ampliare la questione giudice di gara: “La prima espulsione non c’era. Quello di Viviani non era fallo. Era un normalissimo tackle.

Al di là dell’arbitro, non posso fare altro che guardare avanti! Torno a Bologna con tanti aspetti positivi, anche la via della marcatura ritrovata dal nostro bomber. Mattia Destro ha fatto un gol da attaccante puro. Ricordo di Cagliari? Qui mi sono trovato molto bene, la gente sarda mi è rimasta nel cuore. Sono gratificazioni importanti quelle avvenute questo pomeriggio. Ringrazio tutti“.

Ultima modifica il Domenica, 29 Gennaio 2017 18:27
Francesco Livorti

Studente universitario di economia a Ferrara, appassionato di giornalismo, in particolar modo di tutto ciò che riguarda il mondo del Bologna FC. Una pagina della sua anima è dedicata a Basket City; grazie a 1000 Cuori Rossoblu.