Sandy Flash Back - L'illusione - 2 Feb

Scritto da  Feb 02, 2017

 

A volte purtroppo è molto facile illudersi... basta una parola, un gesto, uno sguardo o un'azione inaspettata da parte di un altra persona per iniziare a non ragionare più razionalmente e credere che molte delle speranze che hai sempre avuto si siano realizzate e siano diventate improvvisamente realtà. Ci si illude spesso, ci si illude in amore, ci si illude in amicizia, ci si illude sul lavoro, ci si illude nel calcio e, quella domenica pomeriggio, lui lo fece, ci illuse di esser tornato...

Era il 19 gennaio 2014 e, allo stadio Dall'Ara, il Bologna affrontava nella prima giornata del girone di ritorno il Napoli sotto l'acquazzone!!!

Era passata una settimana dal pareggio casalingo contro la Lazio e questa era la seconda gara sulla panchina rossoblu per Ballardini subentrato ai danni di Pioli, esonerato dopo il disastro di Catania e un girone di andata senza aver mai visto in campo i suoi cari leoni africani.

Il Bologna partì nel migliore dei modi e mise subito sotto il Napoli, prendendo il controllo del campo e andando vicinissimo al gol al trentesimo minuto con un colpo di testa di Bianchi fuori di poco dopo un perfetto cross di Diamanti dalla trequarti. Quell'azione si rivelò esser solo un antipasto, una prova, perché appena sette minuti dopo, in un'identica azione, Bianchi non sbagliò e portò in vantaggio la squadra di casa!!! Finalmente l'attaccante si era sbloccato davanti al suo pubblico dopo l'unico gol segnato nel girone di andata a Bergamo contro l'Atalanta!!!

L'unica palla gol per i partenopei fu un colpo di testa alto di Callejón al quarantacinquesimo, un attimo prima del fischio di fine primo tempo. 

Il secondo tempo riniziò sulla falsa riga del primo, con un Bologna padrone del campo e un Napoli incapace di riuscir a far qualsiasi cosa, ma l'uscita dal campo di Pandev per far posto ad Hamsik cambiò tutto... il Napoli iniziò a giocare e andò vicinissimo al gol al cinquantasettesimo con una punizione di Mertens poi con Higuain che, di testa da dentro l'area piccola, mancò clamorosamente l'appuntamento col gol!!!

Il pareggio arriverà al sessantaduesimo con un rigore del Pipita causato da Kone che franò addosso a Dzemaili appena entrato in area e, un minuto dopo, Mertens impegnò nuovamente Curci su punizione, mentre all'ottantesimo i partenopei passano in vantaggio... Christodolopulos, appena entrato, si fece rubare palla sulla trequarti avversaria, immediato contropiede napoletano che portò Callejon a battere Curci in diagonale.

Sotto il diluvio la partita sembra scritta, e l'espulsione di Kone rafforza ancora di più questo pensiero, il Napoli controllava il gioco, faceva possesso palla, ma al novantunesimo minuto il Bologna si apprestava a tirare un calcio d'angolo... Il cross in mezzo all'area fu perfetto e pescò Bianchi che, lasciato solo, stoppò di petto e tirò in porta, segnando la sua prima doppietta in maglia rossoblu e pareggiando la partita. Non ci fu più tempo per altre emozioni, l'arbitro fischiò la fine e la squadra felsinea iniziò a veder un bagliore di luce nella lotta per non retrocedere dopo i due pareggi interni contro Lazio e Napoli, ma sopratutto dopo la doppietta del Numero 9, che illuse tutti che si fosse ritrovato e che avrebbe dato un contributo fondamentale alla permanenza in serie A!!!

Quella giornata però, purtroppo, oltre a un punto in classifica, regalò solamente una grandissima illusione, infatti fu soltanto un fuoco di paglia quella doppietta, Bianchi non era tornato, e non tornò più e, invece dei gol tanto sperati, regalò solo prestazioni insufficienti, errori grossolani e rigori sbagliati...

Lui ci illuse, ci illuse che fosse tornato, pronto a prender per mano la squadra e ad accompagnarla lontano dai bassifondi della classifica a suon di gol ma, purtroppo, Bianchi non tornò più, i suoi gol non arrivarono mai, e molti tifosi bolognesi si resero conto andando avanti col tempo di essersi illusi su due cose, i gol di Bianchi e la permanenza in serie A

 

(Fonte fotografica Tuttosport.com)

Matte Sandy Santoli

Continua a giurare di aver visto un colpo di tacco di Lanna in maglia rossoblu, dal gol di Bresciani contro il Chievo in poi ha visto, ricorda ed è pronto a raccontare quasi tutte le partite del Bologna, ma non chiedetegli un commento tecnico, perchè come è risaputo lui di tattiche e schemi e non capisce proprio niente