RS - RdC - Niente ritiro, un dubbio a centrocampo - 4 Feb

Scritto da  Feb 04, 2017

C'è voglia di impresa stasera: dopo il successo col Torino, il Dall'Ara si riempie di oltre 25 mila tifosi (ma stasera la sorpresa potrebbe essere il quasi sold out) per sostenere la squadra contro un avversario di razza, il Napoli di  Maurizio Sarri. Lo stesso Donadoni, scrive nel suo articolo odierno Marcello Giordano, ha modificato la preparazione tecnico tattica settimanale, concedendo il turno di riposo settimanale al giovedì, rispetto al consueto martedì post gara domenicale. I test consigliavano lo scarico di un giorno, ma anche la voglia di modificare un percorso routinario, per dare la giusta importanza al match odierno. Ma non è l'unica modifica del planning settimanale: niente ritiro venerdì sera, tutti a casa in famiglia, per ritrovarsi stamane a Casteledebole e continuare la preparazione in vista del match contro gli azzurri. Eccezione, quella di aver evitato il ritiro, che ha già portato bene in un recente passato: infatti fu usata la stessa attenzione nel pregara casalingo contro la Juve dell'anno scorso, dove i ragazzi di Donadoni fermarono la Allegri Band sullo 0 a 0, interrompendo una striscia positiva di 15 successi.

Donadoni sta meditando di proporre la stessa squadra di Cagliari, fatta salva la squalifica di Krafth e un piccolo dubbio a centrocampo: se è scontato il rientro di Dzemaili fin dal primo minuto, le altre due maglie se le giocheranno in tre, cioè Nagy, Pulgar e Donsah (nella foto), la cui forza e corsa garantirebbe maggiore resistenza contro  il centrocampo partenopeo, rispetto al magiaro. Stasera si gioca: ore 20.45, diretta su Sky, ma non per oltre 20mila dal cuore rossoblù che saranno sugli spalti a tifare per l'impresa. Ce ne sarebbe bisogno.

Torben Grael

Amante delle profondità umane e ricercatore delle motivazioni che muovono l'universo mondo, ama lo sport di squadra e ogni sua evoluzione possibile, la musica AOR e tutto quanto si chiama "PROSPETTIVA"